CAPORALE DI FORMIA MORTO FOLGORATO
Il commilitone: “Un bagliore, poi il tonfo”

Bernardo Ceraldi (foto Ansa da Repubblica.it)

Bernardo Ceraldi (foto Ansa da Repubblica.it)

FORMIA – La Procura della Repubblica di Ravenna indaga sulla morte del militare originario di Formia rimasto folgorato, nella tarda serata di domenica  mentre era di guardia ad un carro armato allo scalo merci di Ravenna.  Bernardo Ceraldi, aveva 21 anni, era  in servizio come caporale dell’Esercito al 66mo Reggimento Fanteria di Forlì.

IL RACCONTO DI UN TESTIMONE – Il commilitone con cui stava facendo servizio di vigilanza ad un carro ferroviario che stava trasportando mezzi blindati ha visto un bagliore ed ha sentito un tonfo. Ceraldi è morto ucciso da una scarica elettrica di 3mila volts. Secondo una prima ricostruzione, il giovane militare sarebbe salito su uno dei carri in transito e avrebbe toccato i cavi dell’alta tensione. L’altro militare ha immediatamente dato l’allarme, richiedendo i soccorsi del 118 che si sono, però, rivelati vani.

IL CORDOGLIO DEL MINISTRO DELLA DIFESA – «La notizia della morte del caporale Ceraldi – ha scritto, in un telegramma inviato al Capo di stato maggiore dell’Esercito Claudio Graziano, il ministro della Difesa Mario Mauro – mi ha profondamente colpito. In questa tristissima circostanza voglia accogliere i sentimenti di sincero cordoglio delle forze armate e del personale civile della Difesa, nonchè la mia sentita personale partecipazione al gravissimo lutto che ha colpito l’Esercito».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto