Agriturismo e mestieri collegati, partono i corsi a Formia e Itri

Sono promossi dalla Provincia di Latina

Provincia_LT

ITRI – Prima due incontri ad Itri (Aula Consiliare del Comune) e Formia (Aula Incontri sede decentrata della Provincia) ed ora le iniziative per motivare i giovani ad avvicinarsi all’agriturismo e ai mestieri collegati. Protagonisti: gli studenti dell’Istituto agrario San Benedetto-Filiale di Itri in particolare, ma anche altri 15 per scuola tra gli studenti del 4° e 5° anno degli istituti professionali i ad indirizzo turistico, alberghiero e della ristorazione esistenti in provincia segnalati dai rispettivi Dirigenti Scolastici potranno partecipare al primo Campus dei Mestieri dell’Agriturismo che prenderà il via ad Itri a partire dal 18 marzo pomeriggio nell’Aula consiliare messa a disposizione dal Comune di Itri. La Provincia sta attuando il progetto con la collaborazione di Biocampus, Aspol e Capol, Istituto Agrario San Benedetto e Comune di Itri nella convinzione che l’agriturismo sia un settore in espansione in grado di offrire nuove opportunità lavorative a giovani intraprendenti e desiderosi di trovare in questo campo sbocchi professionali adeguati e qualificanti.

Per gli studenti della sezione di Itri dell’Istituto Agrario San Benedetto” sono state acquistate attrezzature (forbici da potatura; segacci; motosega, <troncarami> telescopiche, scale, smielatori, microscopi, trappole per la lotta alla mosca, banchi da lavoro), divise da lavoro e dispositivi di protezione (caschi protettivi, occhiali, guanti, stivale antinfortunistico, tute, cassette di pronto soccorso, ecc,), piante officinali ecc. che resteranno in comodato d’uso gratuito alla scuola agraria di Itri e torneranno utili per applicare sul campo, ovvero sull’oliveto dell’azienda agraria di cui la scuola dispone, nozioni ed approfondimenti acquisiti sia durante l’orario scolastico, che nei corsi del Campus in programma di pomeriggio.

Per gli studenti della scuola agraria di Itri, per i loro coetanei accreditati dai dirigenti degli altri istituti descritti, la partecipazione a ciascuno dei corsi avrà valore di credito formativo.

Sei i corsi in programma nella fascia oraria 14.30-17.30. Mastro Potatore (18 e 25 marzo e 1 aprile con lezioni del Dr. Andrea Cerrito e prove pratiche a cura di Carmine Parlapiano); Mastro preparatore delle Olive (Itrana Bianca e di <Gaeta>) in salamoia (28 marzo, 2,4,14 aprile), docente prof. Franco Angelo Nasta; Mastro Frantoniano (10, 11 giugno) docenti dr. Luigi Centauri e dr. Paolo Mastrantoni; Assaggiatore professionale di Olio (13 giugno) con Luigi Centauri, Diego Ciufo, Antonella Simonetti. Spazi didattici consistenti anche alla Tartuficoltura con il Dr. Giovanni Maselli e il dr. Alessio Cipriani (6, 13 e 20 maggio) e all’Apicoltura con Francesco Pietro Lo Cicero e Lucio Fusco.

Possono partecipare altre persone a questi corsi? Certo, ma per amatori, o altri che aspirino ad acquisire le competenze di base nelle materie descritte è previsto un contributo di euro 70,00 per ciascun corso da versare sul CCP n.12596045 intestato alla Provincia di Latina. Le somme introitate saranno destinate all’acquisto di attrezzature didattiche per la/le scuola/e agraria/e.

Invece sono riservati ai soli studenti della scuola agraria di Itri i corsi per piante officinali ed agricoltura biologica che avranno luogo durante la mattina.

Sul sito internet www.provincia.latina.it (agricoltura@provincia.latina.it) sono presenti le notizie e la modulistica per quanti desiderano partecipare ai corsi.

Corsi di assaggiatore ufficiale di Olio, ma saranno più complessi, seguiranno anche gli studenti del Biocampus di Latina (Borgo Piave) per i quali la Provincia ha fornito una divisa destinata, nel contesto di tutte le altre attività (fiere, mappe stradali, brochure), a promuovere e diffondere il brand olio delle colline pontine con Aspol, Capol e Olio delle Colline D.O.P..

Analoghe iniziative per Campus dei mestieri dell’Agriturismo sono in elaborazione ed avranno luogo prossimamente a Priverno e a Borgo Piave presso gli istituti agrari.

Per gli Agriturismi già in attività, la Provincia ha in programma una guida istituzionale, l’omogeneizzazione dei siti internet ed il collegamento con quello istituzionale dell’Ente, la promozione in fiere sul territorio nazionale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto