Garza dimenticata nell’addome, tre medici rinviati a giudizio

La vittima operata al Goretti morì in seguito all'intervento per asportare un polipo

Ospedale S.M. Goretti di Latina

Ospedale S.M. Goretti di Latina

LATINA- Sono stati rinviati a giudizio con l’accusa di omicidio colposo, negligenza e imperizia, è quello che ha deciso oggi il gup del Tribunale di Latina nei confronti di tre medici del Santa Maria Goretti, ritenuti i presunti responsabili della morte di Pasquale De Filippo, 74 anni, di Latina un paziente ricoverato prima nel capoluogo pontino dove era stato operato per l’asportazione di un polipo e poi all’Istituto clinico Humanitas di Milano dove è morto nel luglio del 2011. La Procura di Latina aveva ricostruito i fatti sulla scorta di una denuncia presentata dai famigliari: dopo l’intervento avvenuto nel capoluogo pontino nel febbraio del 2011, l’uomo fu colpito da una febbre alta e successivamente i medici accertarono che l’intestino era stato perforato, nonostante altre due operazioni era deceduto nel luglio del 2011. Il processo per i quattro medici è fissato davanti al giudice Lucia Aielli per il 4 marzo del 2015.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto