Terza edizione per il Suio Terme Noir Festival

suioCASTELFORTE  – Torna il 20 settembre la terza edizione di Suio Terme Noir festival. La manifestazione è organizzata dall’associazione De Gasperi, dal Comune di Castelforte, dall’assessorato alla cultura della Provincia di Latina e dalla Camera di Commercio e dalla Presidenza del consiglio regionale del Lazio.
Il programma è molto nutrito. Si comincia la mattina alle 10.30 con l’incontro con gli studenti dell’istituto comprensivo Fusco dal titolo ‘La narrativa come veicolo di promozione turistica’ con gli scrittori Alessandro Vizzino, Pierluigi Felli, Biagio Proietti e Stefano Di Marino. Sarà proprio Di Marino a trattare fortemente il tema, considerato che a maggio ha pubblicato con la Cordero ‘Mosaico a tessere di sangue’, un romanzo ambientato totalmente a Latina Lido, un whodunit alla Agatha Christie interamente ambientato in un hotel del lungomare del capoluogo pontino.
Il noir inteso come senso dell’inquietudine, come mistero e come elemento primordiale dei conflitti sociali sarà assoluto protagonista nel programma del pomeriggio nella cornice dell’Hotel Vescine (nella frazione di Suio, comune di Castelforte): qui verranno premiati i personaggi che nel 2014 hanno legato il proprio nome a questo genere, ognuno nel proprio campo.
“La crescita di un territorio si misura anche dalla quantità dei libri che legge, dagli spettacoli teatrali e musicali che si allestiscono, dalle mostre di pittura e scultura che fioriscono –ha sottolineato il sindaco Patrizia Gaetano- E poi dagli eventi contenitori, che mixano cultura e intrattenimento, che arricchiscono e che contribuiscono all’innalzamento della qualità della vita dei singoli componenti di una collettività. Il premio SuioTerme Noirfestival è giunto alla terza edizione e in questi tempo ha contribuito a far conoscere il nome di SuioTerme in Italia. Non è un caso che un racconto di Andrea G Pinketts, ospite graditissimo qui per due edizioni, ha ambientato nella sua antologia griffata Mondadori un racconto ambientato proprio qui da noi. Una parte della nostra mission direi che è stata raggiunta: abbiamo un racconto di un grande autore che parla di Suio fissato all’interno di uno strumento eterno qual è il libro”.
Alle 18.30  la premiazione dei lavori selezionati meritevoli del premio: Roberto Riccardi, colonnello dei Carabinieri e scrittore, sezione narrativa nazionale per il romanzo ‘Venga pure la fine’, Pierluigi Felli, scrittore, sezione narrativa locale per il romanzo ‘Il ritorno del camerata’, Gennaro Francione, magistrato, seziona saggistica per il romanzo storico noir ‘I delitti dei Beati Padri di Mazzarino’, Stefano Di Marino, scrittore Mondadori, sezione narrativa applicata al territorio per il romanzo ‘Mosaico a tessere di sangue’, Pino Nazio, giornalista Rai (è coautore di celebri trasmissioni nere, tra cui ‘Chi l’ha visto?’), sezione indagine giornalistica per il true crime ‘Il mistero del bosco – L’incredibile storia del delitto di Arce’.
Alle 21 il momento conviviale è rappresentato da “Mind Crime Show”, spettacolo dalle tinte noir e crime, dove il pubblico è invitato a partecipare ad esperimenti che riguardano la risoluzione di gialli e delitti e che affrontano in maniera suggestiva e originale temi cari a serie televisive crime come “The Mentalist” e “Lie to Me”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto