LA RICERCA pubblicata su Diabetes Care

“Relazione pericolosa tra obesità e diabete di tipo 2”

Lo studio coordinato dalla diabetologa del Goretti, Raffaella Buzzetti

La profssa Raffaella Buzzetti, direttrice della Uoc di Diabetologia del Goretti

La professoressa Raffaella Buzzetti, direttrice della Uoc di Diabetologia del Goretti

LATINA – Esiste una relazione pericolosa tra obesità e diabete, perché l’obesità sembra proprio capace di contribuire ad uccidere le cellule del pancreas, attraverso una reazione autoimmune, cioè attraverso la produzione di auto-anticorpi che distruggono lentamente le cellule beta, produttrici di insulina. Lo dice una ricerca coordinata dalla professoressa Raffaella Buzzetti, diabetologa dell’ospedale di Latina, finanziata dalla Società Italiana di Diabetologia (SID) e ora pubblicata su Diabets Care, che  ha valutato l’esistenza di una possibile correlazione tra frequenza di comparsa e tipologia di alcuni autoanticorpi (gli stessi presenti nei soggetti con diabete di tipo 1) nel sangue dei pazienti con diabete NIRAD e la loro massa corporea.

“Questo studio – afferma la professoressa Buzzetti – offre spunti rilevanti in quanto suggerisce che l’obesità è in grado di favorire lo stato infiammatorio alla base di molte malattie autoimmuni”. La ricerca ha interessato 1850 pazienti affetti da diabete di tipo 2.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto