il ricorso

Punti per il perfezionamento, il Consiglio di Stato accoglie l’istanza di 52 docenti diplomati

La giurisdizione è del Tar e non del giudice ordinario

tar targaLATINA – Anche i docenti diplomati hanno diritto ad ottenere tre punti (e non uno) per i corsi di perfezionamento. Il Consiglio di Stato ha accolto l’istanza cautelare presentata dall’avvocatessa Maria Rosaria Altieri per la Cisl Scuola Latina per l’attribuzione di 3 punti ai corsi di perfezionamento anche ai docenti in possesso di diploma nelle Graduatorie ad esaurimento. Era stato l’Ufficio Scolastico di Latina a decidere di attribuire 1 solo punto ai corsi di perfezionamento da 1500 ore e 60 CFU se svolti da personale in possesso del solo diploma. La decisione, impugnata da 52 ricorrenti, era stata respinta dal Tar che si dichiarava incompetente e rinviava al giudice ordinario, mentre in appello la VI sezione del Consiglio di Stato ha deciso di accogliere l’istanza cautelare e ha rinviato gli atti al Tar per la trattazione nel merito.

Viva soddisfazione  – si legge in una nota della Cisl Scuola – è stata espressa dall’Avv. Altieri, da sempre convinta della sussistenza in questa controversia della giurisdizione del giudice amministrativo: “Infatti, oggetto del ricorso è la regolamentazione della GaE, così come operata dal MIUR di Latina con la nota protocollo 8549 del 30/07/2014 (avente carattere ed generale ed astratto in quanto applicabile a tutti i docenti diplomati inseriti nelle GaE della provincia di Latina), ad essere contestata, non la formazione delle medesime graduatorie che, invece, appartiene alla giurisdizione del Giudice ordinario”, afferma l’Avv. Altieri.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto