L'INCHIESTA

Nuova gradinata al Francioni, lavori nel mirino della Procura. Minacce al Pd De Marchis che ha sollevato il caso

I reati ipotizzati sono abuso d'ufficio e violazioni urbanistiche: lo stadio nel Piano R3 è "verde pubblico"

Shares
Lavori Stadio Francioni gradinata centrale Latina 29 giugno 2015 - EdeDPhotos/Enrico de Divitiis/www.provincialista.it

Lavori Stadio Francioni gradinata centrale Latina 29 giugno 2015 – EdeDPhotos/Enrico de Divitiis/www.provincialista.it

LATINA – I lavori appena iniziati allo stadio di Latina diventano subito un caso. La nuova gradinata da 2000 posti è finita nel mirino della Procura di Latina che ha aperto un’inchiesta per abuso d’ufficio e violazioni in materia urbanistica. L’area del Francioni  – come è emerso nei giorni scorsi da una lettura più attenta del Piano particolareggiato R3  – sulla carta è destinata a verde pubblico e dunque è fortemente in dubbio la correttezza del permesso a costruire rilasciato dall’amministrazione comunale quando era ancora in piedi la giunta Di Giorgi. Lo ha fatto notare il consigliere del Pd Giorgio De Marchis attirandosi però le ire dei tifosi.

Lui risponde sul suo blog con una lunga nota: “Ripristino della legalità, della trasparenza e della legittimità del procedimento amministrativo. E’ questo il mio unico obiettivo sull’ampliamento dello Stadio Francioni di Latina, per il resto vorrei uno Stadio nuovo, più grande ed il Latina in serie A. I tifosi che continuano a insultarmi e minacciarmi non sanno distinguere, oppure fingono di non distinguere, la legittima denuncia politica di un reato, tra l’altro presunto, dalle responsabilità politiche gravi della precedente classe di amministratori maldestri ed incompetenti che con la loro condotta hanno danneggiato davvero il Latina Calcio” (l’intervento integrale su http://www.giorgiodemarchis.it/?p=3317)

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto