erasmus

Diventare Gallery Art Manager a scuola: ecco l’idea del Majorana di Latina

Il liceo scientifico presenta il progetto Chagall che formerà 180 studenti di tutto il Lazio

la-presentazioneLATINA – Diventare manager dell’arte, professionisti nell’organizzazione di mostre ed eventi culturali legati a musei (ma anche libri o archivi).  E’ quello che si propone il progetto C.h.a.Gall, dove il nome del famoso avanguardista diventa acronimo tematico per indicare il Commercial Heritage Gallery Art Manager, una figura praticamente sconosciuta in Italia, ma che gli anglosassoni già utilizzano con il nome di “registrar”.

Il programma formativo che si rivolge a 180 studenti del Lazio del terzo e quarto anno, è opera di una scuola di Latina: il liceo Scientifico Ettore Majorana, che sarà capofila di 18 istituti, molti dei quali dell’area romana, ma anche di Terracina, Frascati e Rieti (i tuto 16 licei e due istituti tecnici).  I ragazzi, scelti attraverso una selezione, accederanno ad un percorso teorico-pratico di due anni, che si svolgerà in parte in Italia e in parte all’estero: in Inghilterra e a Malta per un periodo di tre settimane, presso musei, organismi di settore e gallerie.

“Il progetto è la normale prosecuzione dell’alternanza scuola lavoro che già svolgiamo all’interno dell’istitutodove organizziamo da anni nche mostre d’arte e fotografiche –   spiega la dirigente scolastica Stella Fioccola – Per comprendere l’importanza del progetto  occorre riflettere su come la cultura e l’arte italiane siano apprezzate all’estero ma ancora non sufficientemente promosse e incentivate rispetto al loro enorme potenziale. Da qui l’esigenza di elaborare un approccio manageriale”.

La scuola aveva proposto già due anni fa il suo progetto-pilota all’approvazione della commissione di Erasmus +, ma solo quest’anno i tempi sono stati maturi per l’ok e ora si procederà alla scelta del gruppo da formare, dieci studenti per ogni scuola aderente. “La selezione dei ragazzi avverrà tenendo conto della loro competenza linguistica, dal momento che dovranno parlare in inglese, ma anche considerando i loro interessi culturali verso questa tematica”, spiegala professoressa Paola Cerocchi, referente del progetto. Ascolta

“Da un’analisi di mercato abbiamo visto che esiste un fabbisogno delle scuole di acquisire competenze nell’art business e dall’altra del mercato del lavoro di settore di avere figure professionali specifiche. L’obiettivo di questo progetto è agevolare il passaggio dalla scuola al lavoro”, spiega Mario Speranza di Lula Consulting,il partner tecnico dell’iniziativa.

E se il progetto è realizzato in chiave di crescita culturale e delle competenze per studenti e insegnanti, l’idea non è avulsa dal contesto locale: “L’attenzione al paesaggio – sottolinea il professor Trabucco – è sempre stata una delle e caratteristiche di questa scuola. Il concetto è aprire gli occhi su un territorio che può far scoprire molto. Confidiamo che la figura che andiamo a formare abbia una ricaduta anche locale”.

La parte conclusiva di C.h.a.Gall (progetto che ha il patrocinio dal Comune di Latina) sarà dedicata all’organizzazione di una mostra, ma non una qualunque. “Sarà un evento espositivo legato al territorio – spiega il professor D’Erme  – Il tema è quello dell’Identità ritrovata attraverso la riscoperta di personaggi significativi del ‘900 nella zona pontina e la loro ricostruzione storica. La sede dell’evento, grazie alla disponibilità della Fondazione Roffredo Caetani, sarà il Castello di Sermoneta.

LE INTERVISTE SONO STATE REALIZZATE DA FRANCESCA BALESTRIERI

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto