al goretti

La tragedia di Eugenio. I genitori autorizzano la donazione degli organi del 15enne di Latina precipitato in via Veio

L'elettroencefalogramma eseguito questa mattina dai medici della Rianimazione ha evidenziato la morte clinica

LATINA – Eugenio Mucci il ragazzo di 15 anni precipitato giovedì dal lucernaio dell’edificio delle Poste di Via Veio è stato dichiarato clinicamente morto e i suoi genitori, Carla e Bruno, hanno dato il loro consenso alla donazione degli organi. Il terribile volo da dieci metri di altezza non ha lasciato scampo all’adolescente. Le sue condizioni all’arrivo in ospedale erano apparse da subito disperate, ma i medici, vista la giovane età,  non avevano voluto lasciare nulla di intentato e lo avevano sottoposto ad un lungo e complesso intervento chirurgico. Il cuore forte e giovane di Eugenio aveva retto. Non è bastato, però.

Il tracciato dell’elettroencefalogramma eseguito lunedì mattina ha dato la risposta che nessuno avrebbe voluto sentire, obbligando i medici del Reparto di Rianimazione del Goretti dove era ricoverato, a dichiararne la morte cerebrale. Ora toccherà ad una commissione medica che sta già eseguendo i riscontri previsti dalla legge, confermare. Parallelamente i genitori hanno deciso di autorizzare l’espianto, cosa che avverrà appena tutti gli accertamenti saranno terminati.

1 Commento

1 Commento

  1. Angelo Casaburi

    20 Dicembre 2016 alle 20:03

    Un grande coraggio di Umanità e di Amore…. Esistono ancora persone come voi , non si hanno parole per elogiare simili gesti con il grande dolore che si prova al momento per la grave perdita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto