Politica

Zingaretti presenta il bilancio della Regione: meno debiti e tanti investimenti

Sociale, trasporti, infrastrutture. Previsto anche il completamento della Monti Lepini

Shares

Forte e Zingaretti nel point di Forte

PROSSEDI– Equilibrio di bilancio con un cambiamento di rotta rispetto al 2015, scendono le aliquote Irpef, in aumento gli investimenti. Oggi il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha presentato a Prossedi il bilancio della Regione davanti  ai sindaci della province di Latina e Frosinsone.

TRASPORTI Zingaretti ha messo in rilievo oltre al sensibile miglioramento dei conti nel 2016 anche gli interventi che riguarderanno l’autostrada Roma-Latina e la Monti Lepini mentre 170 milioni di euro andranno alle spese per il sociale. All’incontro era presente anche l’assessore regionale al bilancio Mauro Buschini. Tra gli altri investimenti anche quasi 30 milioni di euro per la rete ferroviaria Roma-Formia-Minturno con la consegna di nove nuovi treni e altri sette che arriveranno a breve. Per quanto riguarda il trasporto su gomma, il Cotral può contare su 20 autobus nuovi mentre per la Monti Lepini è previsto il completamento grazie a 8 milioni di euro. 

SANITA’ – Nonostante il blocco del turn over nell’anno che si sta per chiudere sono state registrate 83 nuove assunzioni e lo sblocco di 10 milioni di euro per l’edilizia sanitaria e ospedaliera. Ad Aprilia nel 2017 sarà inoltre inaugurata la Casa della Salute mentre è in corso la gara per dotare il Santa Maria Goretti di Latina della terapia intensiva neonatale. Nel sociale invece le risorse sono destinate ai servizi socio assistenziali (150 milioni) ai nuovi asili (5 milioni) e al contrasto delle povertà estreme (3 milioni) e della violenza. <Sono stati messi a disposizione 24 milioni di euro per le Città di Fondazione – ha detto il consigliere regionale Enrico Forte del Pd – per la bonifica delle discariche, oltre agli otto milioni per rigenerare alcune zone della provincia di Latina colpite dall’abusivismo edilizio>. Buone notizie infine per le isole pontine, i dissalatori consentiranno un’autonomia idrica per Ponza e Ventotene. <E’ una grande occasione per la provincia di Latina per dare più forza all’intero sistema Lazio>.

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto