scuola

Lutto al liceo artistico di Latina, si è spenta la professoressa Borrelli

Rosanna Borrelli era docente di lingua e letteratura inglese

Il liceo artistico di Latina

LATINA – Si è spenta il primo giorno dell’anno nuovo, presso l’Ospedale S.M.Goretti, la professoressa Rosanna Borrelli, docente di lingua e letteratura inglese presso il Liceo Artistico di Latina.

Da anni impegnata oltre che nelle attività didattiche quotidiane e in quelle condotte in associazioni professionali e civili, in molteplici iniziative di promozione della scuola nella quale ha lavorato ininterrottamente per oltre dieci anni. In particolare, ha messo la sua esperienza pregressa – aveva insegnato per parecchio tempo in istituti del Nord – a disposizione delle attività di orientamento scolastico, mantenendo contatti con tutte le scuole medie del territorio e coordinando le iniziative connesse. Il suo lavoro costante, discreto, poco appariscente, è stato apprezzato da tutti i colleghi e i dirigenti che hanno seguito e condiviso le vicende del Liceo negli ultimi anni.

Grazie al suo lavoro la scuola ha raccolto consensi crescenti e riconoscimenti da parte dell’amministrazione, di Enti Locali e famiglie, raggiungendo importanti risultati in termini di iscrizioni e di qualità delle attività proposte.

Ma soprattutto, il suo lavoro è stato apprezzato da centinaia di studenti, che l’hanno stimata, rispettata e amata nelle sue capacità professionali e nella sua calda sensibilità umana.

La scuola assorbe completamente, pretende energie, costanza, fatica; bisogna ringraziare chi si lascia assorbire da questo impegno. Se ne accorgono i ragazzi, che si nutrono di esempi più che di parole; e se ne ricordano, dopo. E non lo dimenticano mai.
Questo è l’insegnante: colui o colei che segna dentro.

Perciò ce ne sono stati tanti attorno alla bara; e non se ne volevano andare. Non volevano lasciarla andare. Attorno a lei, coperta di biglietti, in un colloquio muto, intimo e collettivo allo stesso tempo, a coglierne l’ultimo insegnamento.

Mancherà profondamente a tutti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto