l'operazione

Rapine per ripagare un debito di droga: arrestati due 19 enni

In carcere il giovane Costantino Di Silvio. Sequestrata la replica di una pistola

LATINA – Ripagava un debito di 100 euro, poi cresciuto a 400, facendo rapine. Due diciannovenni sono stati arrestati dalla squadra Mobile della polizia che ha eseguito questa mattina l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Costantino Di Silvio, appartenente all’omonimo clan e quella ai domiciliari per Alessandro Lazzarini. Il primo era il mandante, per farsi restituire un debito di droga che Lazzarini aveva nei suoi confronti gli aveva indicato la soluzione: rapine. I due sono accusati di due colpi commessi ad agosto nel capoluogo, uno nel distributore Tamoil, l’altro in una sala scommesse e sospettati di altri. Nel corso delle perquisizioni è stata trovata dagli agenti e sequestrata anche un’arma giocattolo priva di tappo rosso utilizzata con tutta probabilità per mettere a segno i colpi.

“Le indagini proseguono – spiega il vicecapo della squadra mobile, Roberto Graziosi – per capire se anche altre rapine commesse in quello stesso periodo siano opera dei due arrestati”.

ASCOLTA

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto