cronaca

Minacce alla convivente, 50enne di Gaeta allontanato da casa

La giovane 30enne lo ha denunciato alla Polizia

GAETA – Allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento alla convivente. Il provvedimento è stato eseguito dalla Polizia di Gaeta nei confronti di un uomo di 50 anni, B.M le sue iniziali, residente a Gaeta. Il provvedimento si è reso necessario dopo la denuncia della compagna, una donna di 30 anni, di origine ecuadoregna dalla quale ha avuto anche una figlia. La donna ha denunciato di aver subito percosse, minacce e lesioni personali in diverse occasioni, anche in presenza della figlia minore, e di essere stata più volte minacciata di essere buttata fuori di casa ed allontanata dalla figlia. Le dichiarazioni della vittima sono state supportate dai referti medici del pronto soccorso e dalle testimonianze di persone che hanno assistito ai fatti. Ieri, in esecuzione dell’ordinanza del G.I.P., l’uomo è stato allontanato da casa, e se dovesse avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’ex convivente, verrebbe immediatamente arrestato.

 

1 Commento

1 Commento

  1. Germano Buonamano Mancaniello

    Germano Buonamano Mancaniello

    9 Marzo 2018 alle 18:50

    Allontanando da casa l’aggressore senza che esso sia monitorato non vuol dire nulla, mentre invece se è monitorato in un luogo laddove l’aggressore non sa nulla della sua ex convivente può anche darsi che tutto può migliorare e questo che deve essere capito.
    L’allontanamento solo non basta anche perché in Italia è successo che l’aggressore se pur allontanato si è da prima informato dov’era la sua ex in quale centro di accoglienza fu collocata una volta che è l’ha saputo è riuscito nell intento di eliminare la sua ex davanti al cancello del centro antiviolenza è qui che i disegni di legge cadono e diventano in esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto