domenica 8 aprile

Don Pasquale versione 2018, l’operetta al D’Annunzio

Così Donizetti letto da Dario Ciotoli e Davide D'Elia

LATINA – Tutto pronto al D’Annunzio per la messa in scena del Don Pasquale dopo le due repliche riservate agli studenti delle scuole nell’ambito del progetto La Scuola all’Opera dedicato alla conoscenza del melodramma. Domenica 8 aprile (alle 18) la rappresentazione dell’opera buffa in tre atti di Donizetti (libretto di Michele Artusi) sarà aperta al pubblico nella versione originale proposta dai registi  Dario Ciotoli e Davide D’Elia che lo hanno epurato delle sue parti meno significative per mettere il rilievo tutta la sua forza, tra scene comiche, travestimenti, inganni, e soprattutto  – come sottolinea il Campus internazionale di Musica che lo ha coprodotto – “riportando le tematiche del tempo ad un contesto attuale, senza modificare il contenuto originario”.

Attori e cantanti si muoveranno sfruttando tutto il teatro e non solo il palcoscenico “per avvicinare e rendere più suggestivo il rapporto tra artisti e spettatore”. Nei panni di Don Pasquale ci sarà Mauro Utzeri, il maestro Ciotoli interpreterà Malatesta, Luigi Petrini sarà Ernesto, Hersi Matnuja vestirà i panni di Norina, mentre un notaro sarà Alvaro Checchelani.  Nel coro anche trenta studenti del Liceo Musicale Manzoni diretti come il coro madrigaletto dal maestro Nicolò Iucolano

I Biglietti saranno in vendita al botteghino del Teatro D’Annunzio,  a partire dalle ore 16.30 di domenica 8 aprile. Costo biglietti: Intero: 20€; Ridotto: 15€; Under14: 10€

CHI E’ DARIO CIOTOLI –  Cantante lirico, attore, si è formato presso il conservatorio Ottorino Respighi di Latina, diplomatosi con il massimo dei voti, per poi perfezionarsi sotto la superba guida di Renata Scotto, Anna Vandi e Cesare Scarton all’Accademia di Santa Cecilia di Roma. Diplomato anche in recitazione, ha attivo numerose partecipazioni a spettacoli di rilevante importanza, quali “Carmen – secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio” esibendosi al teatro Olimpico di Roma e al Festival Internazionale del Barhein,  “Una di vino commedia” scritta e diretta da Luis Bacalov, “Traviata”di G. Verdi, “Pagliacci” di R. Leoncavallo nel il ruolo di Tonio, “Dirindina” di D. Scarlatti, con registrazione di Radiotre, “Il Naso” di Schostakowitsch diretta da Alejo Perez presso il Teatro dell’Opera di Roma, regia di Peter Stein, “Carmen” e “Sonnambula al Gran Teatro La Fenice, “Un giorno di regno” di G.Verdi registrato e distribuito dalla TACTUS, ”Elisir d’Amore” di Donizetti, ”Heure espagnole” di Ravel, ”Adina” di Rossini, “Nozze di Figaro” di Mozart, “Così fan tutte” diretta da Kent Nagano, “Amelia al Ballo” diretto da Johannes Degus, tenutasi allo Spoleto Festival dei 2 Mondi.

Ha curato la regia delle opere “Serva Padrona” di G.B.Pergolesi, “Il Campanello” di Donizetti e “Don Giovanni” di W.A.Mozart tenutesi presso l’Auditorium del Liceo Classico “Dante Alighieri” di Latina.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto