violenza di genere

Incetta di premi per “Vacanze separate” di Gabriele Bròcani

Ora è finalista come miglior cortometraggio italiano

LATINA –  Dopo il premio ricevuto alla miglior sceneggiatura la scorsa settimana sul Lago d’iseo all’Effetto Cinema Film Festival di Costa Volpino (BG) è ora anche uno dei sei finalisti per il miglior cortometraggio italiano al Milano International Film Festival, Vacanze separate, l’opera di Gabriele Bròcani girata a maggio scorso a Latina, selezionata e proiettata in una ventina di festival nazionali oltre che in Cina, india, Usa, Brasile, Spagna e Argentina, nell’arco di un anno ha vinto diversi premi per la miglior colonna originale di Niccolò Fabi ed è stato miglior film al Nickelodeon di Spoleto nella categoria “In Cammino“. E’ stato anche adottato dalla Polizia di Stato, da Amnesty International e da altre associazioni per le loro campagne di sensibilizzazione contro la violenza di genere.

Il corto, prodotto da Palco 19 di Simona Serino, interpretato da Giada Colafrancesco (mamma da pochissimo), e da Chiara Protani, con la direzione della fotografia curata da Christian Antonilli, è attualmente in finale allo STIFF di Torino, al Cefalù Film Festival, e alla 50sima Edizione del “Fotogramma d’Oro” di Messina.

Ora anche la nomination al prestigioso MIFF: “Un film a budget zero che ha spesso superato la concorrenza di superproduzioni a dimostrazione che su temi importanti come quello che ho affrontato in questo lavoro, per le commissioni giudicatrici conta più l’idea e l’efficacia del messaggio, che i costi di produzione e i nomi famosi“, ha commentato Gabriele Bròcani.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto