intoppi burocratici

Ricerche di Daniele Nardi, la Askari pretende il pagamento in anticipo, e passa un’altra giornata

Intanto il meteo sul Nanga Parbat è peggiorato e volge al termine il quinto giorno senza notizie dell'alpinista di Sezze

LATINA  – Soccorsi e ricerche ritardati da questioni economiche e burocratiche. Assurdo, mentre sta trascorrendo invano la quinta giornata senza notizie di Daniele Nardi e di Tom Ballard. Ora con l’ultimo aggiornamento del team di Nardi, le speranze sono veramente ridotte al lumicino: “Questa mattina l’elicottero, dopo aver avuto l’autorizzazione, non ha potuto volare perché l’agenzia privata Askari, che gestisce in concessione i voli degli elicotteri dell’esercito pakistano, ha richiesto il pagamento anticipato dell’importante somma necessaria per i trasferimenti di personale dal campo base del K2 al campo base del Nanga Parbat. Il deposito lasciato dagli alpinisti infatti si è esaurito con le operazioni di ieri. La famiglia di Daniele Nardi si è resa immediatamente disponibile al pagamento dell’intera somma necessaria, ma i tempi tecnici e burocratici hanno di fatto impedito di poterlo fare in poche ore”.

Nulla di buono, e anche i droni non hanno potuto operare ancora visto che il meteo è peggiorato e l’operazione di recupero di Alex Txikon dal campo base del K2  si dovrà effettuare domani mattina. L’altro alpinista invece, Ali Sadpara, con gli altri due alpinisti pakistani, è partito questa mattina a piedi dal campo base del Nanga Parbat ed è arrivato nei pressi di campo 1 e ora  è di ritorno verso il campo base.

2 Commenti

2 Commenti

  1. Anna Soledad

    Anna Soledad

    1 Marzo 2019 alle 13:23

    Questi sono pazzi…..sono sicura che stanno bene hanno bisogno di aiuto urgenteeeee

  2. Francesca Monella

    Francesca Monella

    1 Marzo 2019 alle 15:27

    Ma organizzare una colletta???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto