26-28 settembre

Il Parco del Circeo si racconta al WTE come prima Riserva della Biosfera d’Italia

Il direttore Paolo Cassola: "Illustreremo peculiarità e potenzialità turistico-sostenibili dell'area"

SABAUDIA – Il Parco nazionale del Circeo, in quanto prima Riserva della Biosfera d’Italia (1977) e unica del Lazio, è stato invitato ed è presente da oggi al prestigioso WTE – il Salone Mondiale del Turismo dedicato ai siti e alle città patrimonio mondiale Unesco, che si svolge a  Palazzo Venezia a Roma.

“Sono oltre 120 i siti Unesco giunti da tutto il mondo per farsi conoscere e per promuovere un nuovo turismo culturale, più consapevole e responsabile. L’obiettivo del Salone è anche di offrire un’occasione di riflessione e di confronto sulle politiche per il turismo, a partire proprio dal brand Unesco. L’Italia, del resto, con i suoi 54 siti Unesco, è la nazione che ne ha di più” – spiega il direttore del parco nazionale del Circeo Paolo Cassola ricordando come il Programma sull’uomo e la biosfera o Programma MAB di cui fa parte il Parco del Circeo è uno dei cinque programmi dell’UNESCO, nel quadro delle scienze esatte e naturali, che “mira a creare una base scientifica per promuovere un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente”  e ha  come obiettivo primario “l’uso razionale e sostenibile delle risorse della biosfera e incoraggia quindi gli approcci innovativi allo sviluppo economico”, nell’ottica di raggiungere un equilibrio sostenibile tra esigenze umane e ambiente.

Il Direttore del Parco del Circeo descriverà nel suo intervento, accompagnato dalle immagini del territorio, le peculiarità e le potenzialità turistico-sostenibili della “nostra” Riserva della Biosfera, quella pontina.

In programma anche il workshop “IL PROGRAMMA MAB PER L’UOMO E LA BIOSFERA”, a cui parteciperanno Maria Carmela Giarratano, Direttore Generale Ministero dell’Ambiente, del Territorio e del Mare; Maria Adelaide Ricciardi, architetto dipartimento direzione educazione e ricerca Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo MiBACT; Paolo Cassola, Direttore Ente Parco nazionale del Circeo; Gianluca Piovesan, professore ordinario di Pianificazione e gestione ecologica del territorio forestale Università degli Studi della Tuscia – Dipartimento Dafme.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto