cronaca

I corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard rimangono sul Nanga Parbat

Lo ha comunicato l'ambasciatore Stefano Pontecorvo: "Troppo pericoloso il recupero"

SEZZE – I corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard rimarranno sul Nanga Parbat. A comunicarlo è la famiglia di Daniele sui profili social dell’alpinista di Sezze: “Abbiamo sperato fino ad oggi che un altro tentativo di recupero si potesse fare. Riceviamo invece in queste ore con rinnovato dolore il messaggio dell’Ambasciatore Stefano Pontecorvo” il quale spiega che “Dopo alcuni incontri tecnici avvenuti in queste ultime settimane presso l’Ambasciata con esperti locali e internazionali di logistica e soccorso alpino sulle montagne del Pakistan, si è dovuto prendere atto dell’impossibilità allo stato attuale, per questioni di sicurezza, del recupero dei corpi di Daniele Nardi e di Tom Ballard. Si ringraziano l’Aviazione Militare del Pakistan, gli esperti internazionali e i collaboratori dell’Ambascaiata sempre pronti ad offrire la loro competenza ed esperienza in favore della buona riuscita degli interventi di soccorso ad alpinisti e trekker, impegnati sulle splendide montagne del Pakistan”.

La famiglia di Daniele ha comunicato inoltre che grazie al sostegno di tutti quelli che hanno aiutato Daniele Tom sarà possibile realizzare due progetti a favore dell’istruzione a cui Daniele teneva molto, a farlo saranno le Associazioni: Ev K2 CNR PAKISTAN NGO e Montagne & Solidarietà con la supervisione dell’Ambasciatore italiano in Pakistan.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto