campo di carne

Cani investiti sulla ss 148 Pontina: uno è morto, un altro è grave

La denuncia dell'associazione Birillo Onlus: "Soccorrere è un obbligo di legge"

APRILIA – Sono finiti per sbaglio sulla Pontina all’altezza di Campo di Carne tre cani meticci investiti dalle auto di passaggio che se li sono trovati davanti all’improvviso e in ordine sparso. Uno è morto sul colpo, uno ferito gravemente è stato trasportato a Latina mentre del terzo si sono perse le tracce. “Le conseguenze dell’incidente potevano essere peggiori, sia per gli animali che per gli automobilisti”, dicono dall’associazione Birillo Onlus che ricorda come sia un obbligo di legge soccorrere gli animali investiti.

«I primi soccorsi sono arrivati dai passanti, che ringraziamo per l’intervento e per non aver ignorato l’obbligo del soccorso previsto dall’articolo 189 del Codice della Strada, come invece ha fatto il colpevole dell’investimento. Risale soltanto a ieri la nostra segnalazione alle Istituzioni competenti: dai nostri interventi in loco risulta evidente che la zona sia fortemente colpita dal randagismo. Anche se parlare di randagismo non è corretto, poiché il fenomeno è alimentato in prevalenza da casi di omessa custodia di cani padronali lasciati liberi di vagare, oltretutto non microchippati né sterilizzati», affermano i volontari dell’Associazione Amici di Birillo Onlus.

E ancora: «Da mesi chiediamo interventi in materia. Manca una struttura di riferimento sul nostro territorio e non si effettuano campagne di microchippatura e sterilizzazione dei cani padronali, che rappresentano il vero nodo del problema. Torniamo a chiedere a gran voce la realizzazione di un canile comunale, in omaggio alla delibera del Consiglio Comunale n. 28 del 26.04.2018, ma soprattutto una campagna di prevenzione rivolta a tutte quella famiglie reticenti all’applicazione del microchip o impossibilitate ad affrontare spese veterinarie di sterilizzazione».

Sul posto è intervenuta anche la polizia stradale di Aprilia e il servizio veterinario della Asl.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto