dopo il maltempo

“La sponda del Canale Romano è pericolante”: diffida al sindaco di San Felice Circeo

L'Anc scrive al primo cittadino chiedendo anche un intervento di rimozione dei rifiuti

Shares

SAN FELICE CIRCEO – Rifiuti di ogni genere depositati dalle mareggiate e rischio di crollo della sponda del Canale Romano, a Torre Paola, sul lato ricadente nel Comune di San Felice Circeo. E’ quanto denuncia  dopo un sopralluogo l’Anc di Sabaudia scrivendo al sindaco Giuseppe Schiboni: “Se non saranno presi provvedimenti per il bene di alto valore storico, una denuncia sarà presentata alla Procura della Repubblica”, assicura il maresciallo Enzo Cestra che guida i volontari della protezione civile locale. Le forti mareggiate e la pioggia che per circa un mese è caduta abbondante stanno portando via la sabbia che sostiene la parete del Canale Romano che potrebbe quindi crollare come già accaduto sul lato di Sabaudia, si legge nella segnalazione inviata al primo cittadino. L’Anc chiede una verifica statica e un’operazione-decoro per evitare che i turisti trovino il sito nelle condizioni attuali.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto