diffamazione

“Zaccheo affossato da fuoco amico, si trovi la “manina” che procurò il video falso”

E' l'analisi dell'ex segretario di An Moffa. Chiarato: "Dopo Zaccheo eclissi politica"

Shares

LATINA – “Zaccheo fu affossato da “fuoco amico”. E’ il commento dell’ex segretario di Alleanza Nazionale Silvano Moffa. “La sentenza sulla vicenda dell’ex sindaco di Latina, esposto alla denigrazione pubblica dalla contraffazione operata su un suo labiale da “Striscia la Notizia”, rende finalmente giustizia. Una squallida vicenda usata – aggiunge Moffa – per disarcionare  un sindaco e un amministratore che godeva della fiducia della sua città”. La dichiarazione arriva a poche ore dalla notizia della condanna per diffamazione inflitta a Rti Spa che dovrà pagare 50 mila euro.
“In quel periodo – ricorda l’esponente politico – ero commissario della federazione di An nella provincia pontina. Sarebbe interessante, oltre che, anche questo, un atto di giustizia, risalire alla manina che procurò un video falso al solo fine di interrompere il lavoro amministrativo di Zaccheo, compromettendone la carriera politica. Con singolare coincidenza, dopo quella trasmissione diffamatoria, Zaccheo venne sfiduciato, affossato dal fuoco amico. Qualcuno dovrebbe ora risponderne. Molte cose strane sono accadute a Latina in quel periodo e alcuni dei protagonisti in negativo di quella fase della vita politica cittadina sono finiti nelle cronache giudiziarie”

Secondo Gianni Chiarato, che allora era consigliere comunale di An e presidente della commissione lavori pubblici, si è trattato di una “patacca che, però, ha cambiato le sorti della città di Latina. Si é voluto, artatamente, porre fine ad una esperienza amministrativa. Chiarato ricorda i progetti  e afferma che “la città e il centrodestra ancora oggi sono ferme a quella ingiustizia subìta dall’ultimo Sindaco degno di nota che Latina abbia conosciuto negli ultimi decenni. Basti soltanto ricordare il più grande evento che ha portato Latina nella considerazione di tutta Italia : l’Adunata Nazionale degli Alpini. Dopo di allora l’eclissi della Politica”.

2 Commenti

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto