dal 4 al 6 giugno 2021

Terza prova di Coppa del Mondo assegnata a Sabaudia

Obiettivo raggiunto da Regione Lazio, Coni e Federazione Italiana Canottaggio

SABAUDIA Sabaudia si è aggiudicata l’organizzazione della terza prova di Coppa del Mondo di Canottaggio in programma dal 4 al 6 giugno del prossimo anno. La città delle dune si era candidata a ospitare il prestigioso evento sportivo e la Fisa ha deciso per il “si”.

Lo ha annunciato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “E’ il segno di quanto sia stata importante, sin dalla fase di candidatura di Sabaudia, la collaborazione della Regione Lazio con il Coni e con la Federazione Italiana Canottaggio al fianco del Comune, per coltivare e valorizzare le vocazioni di sviluppo del territorio. In particolare, per noi tutti l’obiettivo è quello di sostenere e incentivare con convinzione la vocazione remiera del Comune di Sabaudia poiché, come dimostrano anche i prossimi appuntamenti legati al canottaggio già in calendario, rappresenta un’importante opportunità per mettere in vetrina le eccellenze del nostro territorio e uno straordinario volano di crescita e sviluppo per il turismo e per il tessuto economico di tutto il litorale pontino.”
Grande soddisfazione è stata espressa anche dal numero uno dello sport italiano, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò: “La grande capacità organizzativa e tecnica del complesso remiero di Sabaudia ancora una volta ha ottenuto giudizi lusinghieri della Federazione Internazionale di Canottaggio – ha precisato Malagò – L’assegnazione, nel giugno 2021, di una importante tappa di Coppa del mondo è un risultato di grande prestigio. È senza dubbio il meritato riconoscimento di un grande  lavoro sinergico svolto dalle amministrazioni di Regione e Comune insieme alla Federazione Italiana e al CONI. Questa prova sarà uno degli ultimi test in vista dei Giochi Olimpici di Tokyo che si svolgeranno poche settimane dopo. Sono certo che tutti i partecipanti quindi daranno il massimo alimentando così l’interesse per questa competizione. Uno sguardo particolare sarà rivolto alle atlete e agli atleti azzurri che avranno, sono certo, uno stimolo in più per dare il massimo in vista dell’appuntamento olimpico”.

Soddisfatto il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio, Giuseppe Abbagnale: “Dire che sono felice, è poco – ha spiegato il massimo dirigente della Fic – La Federazione Internazionale continua a ritenere l’Italia un Paese in grado di ospitare grandissime manifestazioni. Questo ci riempie d’orgoglio, perché nel prossimo quadriennio Varese e Sabaudia saranno al centro dell’attenzione internazioale. Questa terza prova di Coppa del Mondo assegnata alla città delle dune nel giugno del 2021 è la riprova di come la sinergia tra Regione, Coni, Fic e Comune, possa portare a grandi risultati. Ci siamo ripresi quello che, purtroppo, questa emergenza Covid-19 ci aveva tolto, ma il fatto che la Fisa abbia scelto di nuovo Sabaudia, è una grande vittoria di tutti noi, di un’intera nazione remiera, pronta a portare sempre in alto i colori italiani. Sono felice, molto felice di questa assegnazione che, tra l0’altro, arriverà a poco più un mese dalle Olimpiadi. Sarà, dunque, quella di Sabaudia, una terza prova di Coppa del Mondo davvero molto attendibile”.

“Un riconoscimento importante che rappresenta la rinnovata vicinanza e sostegno della Regione Lazio per l’intero percorso organizzativo, che a giugno 2021 porterà Sabaudia e tutto il territorio regionale sotto i riflettori  internazionali, con un evento sportivo in grado di essere motore trainante per il turismo, i servizi e l’economia in generale – commenta il Sindaco Giada Gervasi – Il mio ringraziamento va al presidente Zingaretti per aver voluto supportare la nostra città e la sua progettualità, andando a rafforzare quella vocazione sportiva che Sabaudia ha nel suo dna, maprima ancora per aver dimostrato come sia fondamentale, anche in campo amministrativo, il gioco
di squadra. La cooperazione tra Enti è infatti la colonna portante per la Coppa del Mondo di Canottaggio, in assenza della quale questa resterebbe un evento fine a se stesso. Non è un caso che sin dal principio Coni, Fic e Marina Militare, che ringrazio per il continuo supporto, sono attori imprescindibili”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto