il punto

Il Covid mette le ali alla sanità pontina: nuovi ospedali, case della Salute, diagnostica diffusa e Usca

Casati: "Accettiamo volentieri il progetto dell'Ance, ma così il nuovo ospedale di Latina costa 80 milioni in più"

LATINA – Il covid mette le ali alla sanità pontina. O almeno si spera che sarà così. Oltre al gran numero di assunzioni (risorse per ora impiegate nell’emergenza pandemica) e grazie a un’ iniezione di risorse, stanziate o già messe in campo, dalla Regione si aprono prospettive immediate, a medio e a lungo termine.

Il punto è stato fatto in una conferenza stampa dal direttore generale della Asl di Latina Giorgio Casati con il direttore sanitario aziendale Giuseppe Visconti andati a 360° sui due nuovi ospedali, cinque Case della Salute, nuove diagnostica per immagini diffusa, rimodulazione dei Pat, i punti di assistenza territoriale e medicina del territorio con l’attivazione delle Usca, in quello che è sembrato quasi un resoconto gestionale per il manager da tempo candidato a lasciare Latina per un’azienda romana.

A Casati il compito di introdurre i temi: “Ci sono novità a partire dall’ospedale del Golfo perché la Regione ha approvato lo studio di fattibilità e questo è un passo importante, mentre sul nuovo ospedale di Latina è stata firmata la delibera per avviare lo studio di fattibilità”, ha detto Casati

ASCOLTA

Il direttore generale ha illustrato in un passaggio anche la questione relativa al progetto preliminare del nuovo ospedale di Latina donato dall’Ance alla Regione Lazio: “Se è un regalo ci dà una grossa mano perché accorcia i tempi, ma l’ospedale così come progettato costerebbe 380 milioni e noi ne abbiamo a disposizione 300”. (Nell’audio il passaggio)

LE USCA – Il primo punto ad essere illustrato, introdotto dal sindaco di Latina Damiano Coletta e illustrato dal Dsa Visconti, è stato il progetto che riguarda le Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) già attive sul territorio per alcune prestazioni assistenziali domiciliari relative al Covid e la cui azione sarà implementata.

“Fa ben sperare l’entusiasmo e la messa a disposizione da parte dei giovani medici”, ha sottolineato il sindaco di Latina

COLETTA

Come funzionano oggi le Usca e quali sono le novità a breve, lo ha spiegato VISCONTI

“Vogliamo curare a casa una parte della popolazione di covid-positivi sintomatici. Grazie ad un largo consenso su questo progetto partiamo con questa esperienza di assistenza domiciliare dei pazienti positivi perché l’ospedale da solo non può rispondere ad un numero così alto di pazienti. Ci faremo aiutare per questioni di carattere sociale anche dal Comune di Latina”.

 NUOVI OSPEDALI – “Il progetto ‘Nuovo Ospedale di Latina’ che sostituirà l’attuale ospedale Santa Maria Goretti ha come obiettivo quello di dotarsi di tecnologie all’avanguardia per mettere il paziente al centro del sistema. La Asl di Latina ha firmato la delibera di indizione della gara di progettazione per lo studio di fattibilità del ‘Nuovo Ospedale di Latina’”, ha spiegato il dottor Mauro Palmieri Direttore del Dipartimento interaziendale Asl Latina-Asl Frosinone. “L’altro progetto- conclude Palmieri- è la ‘Proposta di concessioni di servizi in ambito di diagnostica territoriale. Anche quest’altro piano consentirà all’Asl di Latina l’aggiornamento continuo delle tecnologie sanitarie ed un elevato standard di servizi di diagnostica a completo favore dei cittadini del territorio”.

Il punto sulle progettualità

PALMIERI – 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto