sport

Top Volley Cisterna scende in campo contro Padova, partita determinante

Il ds Grande: "Inutile cercare alibi, stiamo attraversando un momento molto negativo"

CISTERNA – La Top Volley Cisterna torna in campo domani (domenica) alle 18:00 per la trasferta di Padova, match valido per la seconda giornata di ritorno del campionato di Superlega. La formazione pontina, reduce dalla sconfitta in tre set in casa della Lube, è ultima in classifica con cinque punti mentre Padova la precede di appena tre lunghezze. «Inutile dire che stiamo attraversando un momento molto negativo e la classifica lo dimostra – ammette Candido Grande, il direttore sportivo della formazione pontina – Affrontiamo Padova, una squadra giovane, che tra le proprie mura può dare molto fastidio, ma a prescindere dall’avversario è evidente che questa partita sarà cruciale per il proseguo della nostra stagione. Inutile cercare alibi, abbiamo trascorso un periodo complicato sia per gli infortuni sia per il Covid: non siamo soddisfati per i risultati che stiamo ottenendo e mi auguro vivamente di assistere a una reazione sul campo, a prescindere dalla qualità del gioco che verrà espresso. Mi auguro che proprio da Padova possa finalmente iniziare il nostro campionato».

Perfetto equilibrio nei 30 precedenti confronti tra le due formazioni nella massima serie, con 15 vittorie per parte è evidente che l’equilibrio verrà rotto dalla prossima sfida. «Inutile girarci intorno dobbiamo cercare di portare a casa la vittoria perché i risultati che abbiamo ottenuto finora non sono per niente soddisfacenti – aggiunge Daniele Sottile, capitano della Top Volley Cisterna – non credo che quella di Padova sia già l’ultima spiaggia per noi, anche perché siamo ancora a metà campionato, ma l’importanza di questo incontro è notevole e questo lo sappiamo bene: dobbiamo continuare a lavorare per uscire da questo terribile momento».

Le due squadre si sono già affrontate due volte in questa stagione: nella sfida del 23 settembre scorso, valida per gli ottavi di finale della Del Monte Coppa Italia, Padova s’impose 3-2 al termine di cinque set durati ben oltre le due ore di gioco complessivo, con i veneti che chiusero la sfida con 11 aces e ben 17 muri punto messi a segno (Cisterna 7 aces e 4 muri) con l’ex Toncek Stern protagonista con 26 palloni messi a terra mentre in casa Cisterna il top scorer fu Onwuelo con 18 punti messi a referto. Risultato più netto, sempre a favore di Padova e sempre con Stern protagonista (17 punti) nella sfida chiusa in tre set che ha visto in gran luce anche il giovane Mattia Bottolo: 16 punti, 56% in attacco e due servizi vincenti per il ventenne originario di Bassano del Grappa alla sua seconda stagione in Superlega. «Siamo reduci da buone partite, motivo per cui domenica dovremo dare continuità al nostro gioco – ha chiarito Bottolo – Sarà una sfida di sicuro complicata, perché sia noi sia Cisterna siamo alla ricerca di punti per allontanarci dalla zona bassa della classifica. Abbiamo già affrontato la Top Volley due volte questa stagione ma domenica sarà un’altra partita, con nuove motivazioni per entrambi. Dovremo lottare e rimanere concentrati dalla prima all’ultima azione».

La partita verrà trasmessa in streaming su Elevensports.it e in contemporanea (in chiaro per questa volta) anche sul canale YouTube di Elevensports.it con il link diretto che verrà pubblicato sui canali social ufficiali della Top Volley a poche ore dall’inizio del match. In radio la partita verrà trasmessa anche da Radio Antenne Errecì fm 97.300 Cisterna di Latina.

Nei giorni scorsi Daniele Sottile, capitano e palleggiatore della Top Volley Cisterna, è stato tra i giurati del premio letterario Invictus insieme a Italo Cucci, Riccardo Cucchi, Sandro Fioravanti, Xavier Jacobelli ed esponenti del mondo sportivo come il pentatleta Daniele Masala, la tennista Mara Santangelo e il canottiere Davide Tizzano. Per la cronaca il premio è andato a ‘La via Perfetta’ di Alessandra Carati e Daniele Nardi (Einaudi) il libro che racconta la vita e le gesta di Daniele Nardi, l’alpinista pontino morto sul Nanga Parbat il 25 febbraio del 2019.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto