25 e 28 giugno

Giornata Mondiale del Rifugiato, a Latina due eventi per celebrarla

Un'opera di street art simboleggerà il valore dell'interculturalità e dell'integrazione

LATINA – Un’opera di street art simboleggerà il valore dell’interculturalità e dell’integrazione nella Casa di Quartiere di Viale XVII Dicembre. Il Comune di Latina celebra, anche così, attraverso il progetto SAI – Sistema Accoglienza Integrazione, la Giornata Mondiale del Rifugiato con una serie di iniziative di inclusione, partecipazione e valorizzazione dei beni comuni in programma per la prossima settimana.

“Credo che questa comunità stia crescendo dal punto di vista culturale anche grazie a questi progetti di integrazione che mettono al centro la persona e la sua relazione con gli altri”, ha sottolineato il sindaco di Latina, Damiano Coletta partecipando ad una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina.

“Oggi (venerdì 18 giugno)  si è aperto il cantiere per la riqualificazione dello spazio pubblico della Casa di Quartiere ex Tipografia in Viale XVIII Dicembre – spiega Patrizia Ciccarelli, assessora al Welfare e motore delle iniziative – Il  cancello di ingresso sarà decorato con l’opera di street art Figli della stessa umanità realizzata da Violetta Carpino che ha come tematica di fondo l’integrazione e l’accoglienza. La scelta del cancello  – aggiunge – vuole infatti simboleggiare il senso di apertura all’altro nella costruzione di relazioni interpersonali basate sull’accoglienza e la fiducia. Verrà anche riqualificato anche lo spazio esterno  a cura di Azienda Verde Tiberi, ditta coinvolta nel progetto di accoglienza nello svolgimento dei tirocini formativi”. L’inaugurazione dello spazio riqualificato avverrà venerdì 25 giugno dalle ore 17:30 alle 20:00, evento al quale sarà presente anche il Sindaco Damiano Coletta. Seguirà lo spettacolo musicale a cura di “Musicantiere – Gruppo cooperazione artistica” e Associazione IKONA.
Un secondo appuntamento, il 28 giugno, avrà per protagoniste donne:  “Alle 17:30  – continua l’assessora  – presso One-Stop-Shop “Wangari Maathai” del Progetto LGNet Emergency Assistance, in Via Don Morosini, verranno presentati gli abiti realizzati dalle beneficiarie del progetto SAI del Comune che hanno partecipato al corso di formazione della Maiani Accademia Moda svolto all’interno dell’Atelier Acanthus di Latina”. Anche in quel caso la serata vedrà l’esibizione del gruppo musicale “Musicantiere –
Gruppo di cooperazione artistica”.

Per l’assessora Cristina Leggio “l’occasione della Giornata del Rifugiato è preziosa per costruire, ancora di più, integrazione e sinergia tra tutte quelle esperienze preziose che la nostra città sta portando avanti per creare luoghi e spazi, fisici, mentali e culturali di integrazione, dove le risorse e le competenze che ciascuno è in grado di mettere in campo sono cucite insieme in un abito straordinario che è quello dell’accoglienza”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto