in via costa

Provincia di Latina, Stefanelli: “Subito piano assunzioni e piano opere pubbliche”

Il presidente della Provincia parla dei prossimi 100 giorni per riprendere a correre e riuscire a spendere i fondi del Pnrr

LATINA – Dopo l’insediamento e un periodo di esplorazione, il neo presidente della Provincia Gerardo Stefanelli, ha le idee chiare sulla fase operativa che comporterà l’immissione di forze fresche per dare impulso all’attività dell’Ente che, con il Pnrr, deve essere più che vitale. “Ho approfondito la conoscenza dello stato attuale dell’ente, e in questo momento mi sto dedicando alla riorganizzazione amministrativa, poi verrà anche la fase politica”, ha detto nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nell’aula Cambellotti del Palazzo della Provincia.

I prossimi 100 giorni si annunciano densi, a cominciare dai prossimi passi: giovedì (il 27 gennaio) si insedieranno le commissioni consiliari e saranno eletti i rispettivi presidenti secondo uno schema che ha visto tutti i partiti mettersi velocemente d’accordo. Spetterà a Stefanelli nominare poi il vicepresidente della Provincia, nome sul quale ha preferito mantenere riserbo. Quindi si comincerà a preparare il bilancio che servirà a dare gambe al Piano delle assunzioni e al Piano delle Opere Pubbliche.

“Ci muoveremo secondo due principi: con coraggio, individuando soluzioni nuove, e con determinazione, per portarle a termine. Dobbiamo riprendere a correre per recuperare i sei mesi di (sostanziale) sospensione, e per soddisfare le esigenze e le aspettative che il territorio e le municipalità hanno nei confronti della Provincia di Latina”.

I TEMI – Rifiuti, edilizia scolastica, strade, le questioni all’attenzione della presidenza, alcune anche molto spinose, come la prima delle tre. “Con la Regione Lazio abbiamo cominciato male, non è stato certo un gesto di cortesia istituzionale commissariare la Provincia nel momento di passaggio, confidiamo che le decisioni saranno partecipate”.  Quanto all’individuazione del sito di stoccaggio del secco residuo, che tante proteste aveva sollevato, Stefanelli spiega: “Esistono parametri ben definiti entro i quali muoversi e prendere decisioni. E’ chiaro che l’area nord della Provincia è quella a cui si guarda, non sarà una scelta popolare, ma non mi sottrarrò”.

Quanto alla scuola, la promessa è quella di vistare ogni istituto e di mettere in comunicazione tra loro gli studenti dei vari comuni perché possano imparare a ragionare in un’ottica più ampia di quella comunale. Sul fronte degli investimenti, per il 2022 l’edilizia scolastica avrà risorse per circa 24 milioni. Di questi, meno di 2 ml sono per manutenzione ordinaria, mentre il resto riguardano nuove opere di cui 32 già finanziate e di queste 25 in fase di progettazione, cinque in fase di appalto e due in fase di cantiere.

“Durante il mandato, voglio percorrere tutte le strade provinciali – aggiunge Stefanelli – per rendermi conto di persona delle esigenze e visitare tutti e 33 i Comuni per portare la Provincia sui territori”. Non sarà ovunque un viaggio comodo, anche se i fondi per le strade sono decisamente aumentati rispetto al passato: 9 milioni per la manutenzione e 7ml per ponti, viadotti e gallerie.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto