vigili del fuoco in azione

Fiamme nel campo rom di Al Karama, evacuato il campo. Gli ospiti trasferiti all’ex Rossi Sud

Il sindaco Coletta e l'assessora al Welfare Pierleoni sul posto

LATINA – Un centinaio di persone sono state evacuate dal campo nomadi Al Karama a Borgo Montello e trasferite all’ex Rossi Sud di Latina in seguito all’incendio divampato sabato pomeriggio in via Monfalcone, che ha rischiato di provocare una tragedia. È di circa 9 ettari l’area interessata dalle fiamme che hanno avuto origini da un campo di sterpaglie e si sono propagate, sospinte dal vento, fino alle strutture abitative che ospitavano decine di famiglie rom, tra cui numerosi bambini. Le operazioni di spegnimento da parte di vigili del fuoco e protezione civile sono andate avanti fino a sera e con non poche difficoltà, ma il pronto intervento ha evitato che la situazione peggiorasse. Sul posto sono intervenuti anche i sanitari del 118, la polizia locale e il sindaco di Latina Damiano Coletta insieme all’assessora al welfare Francesca Pierleoni.

ASCOLTA

aggiornamento ore 17  – E’ stato evacuato il campo Rom di Al Karama colpito da un incendio partito da sterpaglie vicine all’area tra borgo Montello e Borgo Bainsizza  e che si è propagato alle strutture interne Tutta l’area è avvolta un denso fumo che sta causando anche malori tra le persone che hanno cercato di salvare le proprie cose . Una task force composta da vigili del fuoco e protezione civile è al lavoro  con diversi mezzi per arginare le fiamme che sono ancora attive, mentre la polizia locale sta gestendo la viabilità e ha chiuso la strada di accesso. Il denso fumo rende l’aria irrespirabile e complica la situazione. Presenti i mezzi del 118. Secondo le prime ipotesi e le modalità in cui il fuoco si è propagato spinto dal vento, l’incendio sarebbe stato appiccato dolosamente.

Sul posto il sindaco Damiano Coletta e l’assessora al Welfare Francesca Pierleoni per la gestione dell’emergenza. “Dobbiamo trovare una soluzione per circa 150 persone”, ha spiegato a caldo la vicesindaca.

DIOCESI – “Siamo veramente rattristati per quanto accaduto al campo Al Karama, a Borgo Montello, dove l’incendio di ieri ha distrutto le abitazioni e costretto all’evacuazione di coloro che vi abitano da anni: 87 persone in tutto, 28 sono bambini, per un totale di 18 nuclei familiari. Tra gli sfollati vi sono anche cinque donne incinte, e due di loro con la gravidanza a termine.  Siamo grati al Signore perché non ci sono state vittime o feriti. Auspichiamo che le forze dell’ordine e gli specialisti dei vigili del fuoco facciano quanto prima chiarezza sulle cause dell’incendio, che dalle prime ricostruzioni non ufficiali sembra partito dai terreni circostanti il campo Al Karama. La diocesi pontina sin da subito si è attivata per il supporto necessario, e per questo ringraziamo i nostri operatori e volontari della Caritas diocesana e dell’Ufficio Migrantes, i quali coordinandosi con le Istituzioni pubbliche stanno fornendo agli sfollati per questi primi giorni i pasti, attraverso la nostra mensa cittadina di Latina, e ogni altra assistenza materiale. Analogo ringraziamento va alle Istituzioni pubbliche e al volontariato per quanto hanno fatto e faranno con professionalità per il soccorso e la sicurezza delle persone coinvolte nell’incendio. Tuttavia, trascorsa la prima fase emergenziale, deve tornare al centro della discussione, nelle sedi proprie, oltre che nel dibattito pubblico, il tema della sistemazione di queste famiglie, che da troppo vivono nel degrado nel campo Al Karama. Attualmente queste persone sono sistemate nell’area Ex Rossi Sud, ma urge quanto prima un serio, concreto e valido progetto che punti alla loro integrazione, nel rispetto della loro tradizione e cultura. D’altronde, molti dei “residenti” di Al Karama, lavorano con regolari contratti, specie nell’agricoltura, provvedendo così al sostentamento delle loro famiglie. La loro dignitosa sistemazione sarà un passo importante per il superamento di una condizione di emarginazione e di degrado che sconta anche il pregiudizio di tanti”.

Flash  – Un incendio divampato nei campi tra borgo Montello e Bainsizza si è pericolosamente avvicinato al campo nomadi di Al Karama. Le fiamme camminano sostenute dal vento e le strutture sono avvolte dal fumo. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco, in ausilio la protezione civile, e ci sono i mezzi del 118. La polizia locale sta gestendo la viabilità e ha chiuso la strada che porta al campo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto