16 luglio

Jazz, Benny Benack al Giardino di Ninfa

Scenografia naturale e sul palco anche gli Artotem di Mad

LATINA – Al 52th jazz di Latina arriva Benny Benack III, trombettista e cantante statunitense che negli ultimi tempi sta riscuotendo un incredibile successo internazionale per la sua notevole versatilità, ottima tecnica e padronanza del linguaggio jazz. Insieme a lui sabato 16 luglio alle 21.30, nell’area eventi del Giardino di Ninfa, ci saranno anche Dario Rosciglione al contrabbasso, Daniele Cordisco alla chitarra ed Elio Coppola alla batteria.

Acclamato dal New York Times che lo ha definito un giovane trombettista carismatico bravissimo anche come cantante, Benack ha un talento per deliziare il pubblico con brio, nello spirito dei grandi classici come Sinatra e Mel Tormé, con un cenno alle leggendarie trombe di Louis Armstrong e Dizzy Gillespie. Ugualmente a suo agio sia in ambito jazz che pop, Benack ha lavorato con alcuni dei più grandi artisti della musica di oggi in tournée che lo hanno portato in giro per il mondo. A New York si esibisce nei migliori club, tra cui il famoso Blue Note.

GLI ARTOTEM – Il progetto che andrà in scena sabato nasce dalla collaborazione tra Benny Benack III e i musicisti Elio Coppola e Daniele Cordisco che, nelle loro recenti tournée oltreoceano, hanno dato vita al quartetto con l’idea di promuovere un jazz innovativo. Sul palco con Benny Benack faranno da scenografia  gli “ARTotem” di Cruciano Nasca (NUN). L’artista pontino è reduce dalla esposizione collettiva di Sermoneta “Dipingiamo la pace” dove ha esposto durante il Maggio Sermonetano cinque grandi tele nella Chiesa di san Michele Arcangelo.
“Gli Artotem  – spiega Fabio D’Achille di Mad –  disposti sul palco sono ispirati a grandi segnalibro autoportanti. Le strutture in ferro battuto che li sostengono, consentono una fruizione bifacciale delle trame che si alternano a paesaggi urbani e naturalistici; compongono volumetrie, simulano ombre prospettiche, spazi pieni di colore, cuspidi e linee dinamiche. Un neo-futurismo quello di NUN, che ben si integra con melodie sonore ma soprattutto visive”. La scenografia è a cura di Fabio D’Achille.

Il biglietto del concerto costa 15 euro (2 euro di prevendita).
Come ogni sabato sarà anche possibile prenotare una Full Experience, ovvero tour del Giardino di Ninfa al tramonto e concerto. Il costo del biglietto sarà, in questo caso, di 30 euro (costo della prevendita 2 euro).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto