Pontinia. Marzia risponde al Gip: “L’ho colpito perché mi picchiava”. Convalidato il fermo

L'ingresso del carcere di Latina

PONTINIA – “L’ho colpito per difendermi, lui mi picchiava”.

Marzia De Barberi ha risposto così al Gip di Latina Nicola Iansiti che l’ha ascoltata a lungo nel carcere di Latina dove è stata tradotta dal carcere di Rebibbia, per l’interrogatorio di convalida. La 22enne fermata con l’accusa di tentato omicidio, avrebbe chiesto anche quali siano le condizioni di salute del convivente Luca Toppetta, che ha colpito al cuore con un coltello da cucina, all’alba di giovedì.

ASCOLTA IL SERVIZIO DI ANTONIO BERTIZZOLO

audioanto 29-1-11]

I legali della ragazza invocano la legittima difesa. Il Gip emetterà nelle prossime ore l’ordinanza di custodia cautelare.

Le condizioni di Luca Toppetta, 23 anni, migliorano, ma resta ricoverato al San Camillo di Roma, in prognosi riservata dopo l’intervento chirurgico con il quale i sanitari hanno arginato  l’emoraggia cardiaca in corso. Il fendente sferrato dalla compagna ha causato anche  la perforazione del polmone.

Luca Toppetta è gravissimo

La gelosia di Luca testimoniata dagli ultimi post sui profili Facebook dei due.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto