Terzo appuntamento del ciclo “un Te-ma per te”

SABAUDIA – Con questo terzo appuntamento del ciclo “un Te-ma per te”, proposto all’interno del progetto “Donna Comunità”, continua l’intensa attività svolta dal settore dei Servizi Sociali del Comune di Sabaudia che si impegna quotidianamente per portare avanti i suoi progetti, che prevedono interventi diretti sul territorio al fine di offrire nuovi servizi. “Prosegue – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Sabaudia, Avv. Marilena Gelardi con impegno costante l’offerta alla collettività femminile di strumenti atti a far riemergere da difficili situazioni sociali ed esistenziali. Non tralasciando, però, altri ambiti: il mondo giovanile, l’infanzia e le problematiche derivanti dalla mancanza di lavoro. Sono partiti, infatti, il progetto “…Contro le dipendenze” per i ragazzi del liceo scientifico “G. Marconi” di Sabaudia, il progetto “O.A.S.I.” per i minori vittime di abuso ed i tirocini formativi per persone in carico ai servizi sociali”.

L’incontro “Consapevolezza di sé e senso di appartenenza per fare comunità” si terrà il 13 Aprile alle ore 17,30 presso la Ludoteca Comunale sita in Via delle Mimose (zona 167) e porrà l’attenzione su quanto sia necessaria la Consapevolezza al fine di fare Comunità.

Quando non c’è Consapevolezza è facile finire nello scontro che produce separazione anziché costruire l’incontro che avvicina. Non soltanto a livello individuale ma anche a livello sociale. Ognuna della parti con la preliminare convinzione e pretesa di essere nella verità vuole imporsi sull’altra con l’aspettativa e la persuasione di soddisfare così i propri bisogni, ottenendo invece l’effetto contrario di aggravarli ed esasperare lo scontro.

In questo sintetico panorama tratteggiato, come è possibile fare Comunità? Trasformare un semplice “aggregato sociale” in una “Comunità di Cittadini”, caratterizzata da incontro, rispetto, coinvolgimento, partecipazione, assunzione di responsabilità?

Ecco che ai fini di questa auspicata trasformazione di un “aggregato sociale” in una “Comunità di Cittadini” attraverso la consapevolezza, la donna diventa una risorsa preziosa per le sue qualità naturali di flessibilità, ricettività, intuizione, costruzione del nido familiare, partecipazione, abilità relazionale.

È, allora, con le donne, per questa loro migliore potenzialità e predisposizione a fare Comunità, che si vuole iniziare a fare un Laboratorio di Consapevolezza per accompagnarle nella loro innata capacità, con l’obiettivo che diventino sempre più attrici sociali nel lavoro di fare Comunità.

Il Laboratorio sarà tenuto da Mario Tancredi, un “post-ingegnere” che dopo la laurea è stato dirigente dell’Enel e successivamente professore a contratto presso la facoltà di Psicologia dell’Università di Roma “La Sapienza”, dove ha tenuto il corso “Laboratorio di comunicazione” nell’area di Psicologia dello sviluppo e dell’educazione. Contemporaneamente ha svolto attività di ricerca e formazione pubblicando articoli e libri sul controllo di gestione e psico-sociali. Nel suo ultimo libro “Consapevolezza è meglio” (Ed. Kappa) presenta, sulla base della sua lunga esperienza di ricerca esistenziale, un percorso di sviluppo della Consapevolezza. Riferimenti: www.tancredi-gagan.it

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto