SALVIAMO ACCIARELLA DIVENTA COMITATO
Associazioni e politici in difesa del borgo
AUDIO

I promotori presentano il neonato comitato al circolo cittadino di Latina

LATINA – Associazioni ambientaliste e politici insieme per dire no alla cementificazione dell’Acciarella. E’ stato presentato questa mattina il comitato “Salviamo Acciarella”, nato per difendere il borgo storico al confine tra Latina e Nettuno dal progetto di lottizzazione approvato dalla giunta comunale, che prevede la realizzazione nell’area di oltre 22mila metri cubi per l’edilizia residenziale. Scopo principale del neonato comitato è salvaguardare il borgo conservandone le peculiarità e lavorare per una sua valorizzazione. «La zona, se riqualificata, può essere volano per l’economia locale e fonte di sviluppo anche turistico» ha sottolineato Antonella Pelusi, coordinatrice provinciale di “Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori”. ASCOLTA: audiosalviamo l’acciarella comitato]

Ascolta da mobile

«Un atto di masochismo amministrativo»: così il consigliere Marco Fioravante ha definito il piano di lottizzazione approvato dalla giunta Di Giorgi. «Chiediamo il ritiro della delibera e di aprire un confronto in Consiglio comunale e in Commissione urbanistica». ASCOLTA FIORAVANTE: audioFioravante]

Ascolta da mobile

CHI SONO – Al comitato hanno aderito: Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori (Latina), Italia nostra (sezione di Latina), Anima Latina (associazione culturale), O.N.D.A. (Organizzazione Nuova Difesa Ambientale), Ecomuseo dell’Agro pontino, Officina della fantasia (associazione culturale), e i consiglieri d’opposizione Marco Fioravante (ex Il Patto, oggi indipendente), Fabrizio Mattioli (Pd) e Maurizio Patarini (Sì per Latina).

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto