MORI’ SUL CAMPO DA CALCIO
Il Pm vuole il giudizio per il medico sportivo

Lollo nella sua foto su Facebook

LATINA – La Procura della Repubblica di Latina ha chiuso le indagini e vuole il rinvio a giudizio del medico che rilasciò il certificato di attività agonistica a Lorenzo Giannandrea, il calciatore pontino diciannovenne, di cui ricorrono in questi giorni i due anni dalla scomparsa avvenuta sul campo sportivo di Priverno, nel corso di una partita per un torneo di calcio giovanile.

Lollo, così lo chiamavano gli amici,  era crollato all’improvviso per un malore mentre si giocava il primo tempo della partita e a nulla erano valsi gli sforzi dei soccorritori per rianimarlo. In seguito si è accertato che il ragazzo era affetto da un problema cardiaco. Per il Pm Maria Crstina Pigozzo che ha condotto l’inchiesta, affidando la perizia ad un pool di cardiologi, il medico deve rispondere di omicidio colposo. Sarà il giudice del Tribunale a doversi pronunciare.

Giannandrea molto conosciuto a Latina, giocava con il Santa Rita che gli ha poi intitolato la struttura sportiva. Proprio in questi giorni si sta svolgendo a Latina il Memorial Lorenzo Giannandrea,  seconda edizione del torneo calcistico con cui amici e familiari lo vogliono ricordare.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto