LSU E PRECARI DELLA GIUSTIZIA
D’Arco attacca la Regione

LATINA – L’assessore alle attività produttive della provincia di Latina parla del problema dei lavoratrori socialmente utili e attacca la Regione: “Le vertenze sindacali in atto per Lsu e precari della giustizia – afferma – sono giunte ad una fase di implosione sociale a causa delle gravissima chiusura da parte della Regione Lazio nei confronti degli Enti Locali e delle Organizzazioni Sindacali provinciali”.
Come Provincia di Latina, d’intesa con i comuni e i rappresentanti sindacali dei lavoratori , abbiamo fatto tutto il possibile per aprire un tavolo di confronto unitario e costruttivo, ma la Regione ha rifiutato sistematicamente sia la partecipazione al tavolo provinciale sia a qualsiasi confronto unitario con i sindacati e le istituzioni locali interessate, sostenendo invece riunioni pseudo-politiche e sindacali organizzate al di fuori delle sede istituzionali preposte.
Sta di fatto che a distanza di diversi mesi i Lavoratori Socialmente Utili e gli stessi precari della Giustizia si trovano senza lavoro e senza ammortizzatori sociali. Credo sia giunta per tutti l’ora della responsabilità sociale e istituzionale: la Regione Lazio abbandoni al più presto la sua posizione di chiusura facendo prevalere il buon senso

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto