EMERGENZA INCENDI
Wwf: “Impennata preoccupante. Danni alla biodiversità”

LATINA – L’estate 2012, con l’impennata di incendi registrata nel  mese di agosto, rischia di essere ricordata come una delle peggiori sotto il profilo dell’emergenza-fiamme e dei danni conseguenti.

“Eravamo partiti fiduciosi in un’inversione di marcia e invece le prime stime ci dicono il contrario”, dicono dal Wwf Lazio, che traccia un primo preoccupante bilancio, segnalando  in sensibile aumento le fiamme in tutta la regione. In provincia di Latina la mappa delle aree percorse dal fuoco disegna un ampio raggio:  a Sezze, Itri, Terracina, Sonnino, Sabaudia, Aprilia e Latina. Francesco Mele, Direttore della Protezione civile della Regione Lazio, parla di 700 ore di volo già effettuate dai mezzi antincendio dal 1 giugno ad oggi. A Roma l’aumento degli incendi è del 120% rispetto all’anno scorso.

“Possiamo solo ipotizzare i danni che a fine stagione potremmo imputare sia ad inneschi dolosi che ad una grande quantità di gesti sciocchi e sconsiderati – dichiara Vanessa Ranieri presidente WWF Lazio – Entrambi i comportamenti, pur nella loro oggettiva differenza, stanno di fatto distruggendo territorio ricco di biodiversità a danno degli ecosistemi e della vita dei cittadini”.

Il WWf esprime preoccupazione soprattutto per il sistema delle aree protette ed esorta i Comuni ad applicare la legge che blinda “le zone boscate ed i pascoli percorsi dal fuoco per quindici anni”.  Sarebbe un deterrente.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto