GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO
Al liceo Alberti di Minturno convegno nazionale di studi storici

La locandina del convegno

MINTURNO  – Si terrà sabato alle 9.30 presso l’Aula Magna del liceo Alberti il convegno nazionale di studi storici. L’apertura dei lavori è affidata al dirigente scolastico del Liceo Scientifico che ospita la conferenza. Seguiranno i saluti istituzionali del sindaco di Minturno Paolo Graziano, del direttore dell’Archivio Centrale dello Stato di Roma Agostino Attanasio, dell’assessore alla Cultura del Comune di Formia Amato La Mura, della delegata alla Cultura del Comune di Gaeta Sabina Mitrano e del sindaco del Comune di Sessa Aurunca Luigi Tommasino. Un parterre di istituzioni in rappresentanza di tutto il golfo e non solo per rendere omaggio ad un personaggio di caratura nazionale: Pietro Fedele.

“Nato a Minturno nel 1873 e morto a Roma nel 1943 – spiega il Comune di Minturno – fu davvero un personaggio dalle mille sfumature: intellettuale che negli anni ’30 partecipò alla redazione del dizionario Utet, una delle maggiori enciclopedie italiane. Storico del Medioevo, docente presso le Università di Roma e di Torino, Ministro della Pubblica Istruzione dal 1925 al 1928. Gli interventi incentrati sulla figura di Pietro Fedele saranno numerosissimi e di spessore: il prof. Mario Capasso, presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Cultura Classica affiliata all’Unesco, curerà l’introduzione; il prof. Massimo Miglio, presidente dell’Istituto Storico italiano del Medioevo parlerà di Pietro Fedele come presidente della I.S.I.M.E. (istituto storico italiano per il Medioevo); il senatore Vincenzo Maria Vita, quinto presidente della settima Commissione Permanente del Senato relazionerà su Fedele come politico: da deputato sino a diventare Senatore del Regno. A raccontare della carriera politica di Fedele sarà anche il dott. Marcello Rosario Caliman, presidente dell’università “Umberto Zanotti Bianco”, che esporrà sia sul ruolo di Fedele come ministro della Pubblica Istruzione, sia sul suo impegno assiduo nella crescita culturale del paese e la nascita delle differenti classi sociali. L’architetto Cesare Crova, presidente del consiglio regionale di Italia Nostra, tratterà della figura di Fedele come mecenate del patrimonio culturale analizzando edifici come la Torre di Pandolfo Capo di Ferro e la Casa dei fanciulli “Angiolella di Luigia”. Molti scritti di Pietro Fedele sono custoditi nell’Archivio Centrale dello Stato di Roma, e a parlarne sarà la dott.ssa Paola Pozzuoli. Il dott. Riccardo Angalli Fedele Balbiani, invece, esporrà sull’archivio storico privato del politico minturnese. La prof. Grazia Sotis, docente alla Lyola University Chiago, John Felice Rome Center e Presidente della Sezione del Golfo Italia Nostra, farà da moderatrice. Inoltre presenzierà la contessa Claudia Boccacci Angalli Fedele Albiani”.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto