BIENNALE D’ARTE CONTEMPORANEA
Inaugurata Solidarte. Visitabile fino al 29 dicembre

LATINA – E’ stata inaugurata ed è visitabile a Latina la Biennale di Arte Contemporanea Città di Latina “Ottanta – 80 artisti x 80 anni” e Premio Sergio Ban_L’Arte dello scambio. la mostra resterà aperta fino 29 Dicembre 2012, presso l’OFFICINA L.U.C.E. _ Laboratorio Urbano per la Creatività in Esposizione, in Via Umberto I, 50, Latina. L’ingresso è libero, e la mostra resterà aperta fino al 29 dicembre ( orari: dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20).
L’evento, giunto alla sua seconda edizione, è nato da un’idea dell’artista Giuliana Bocconcello, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Solidarte, condivisa dal presidente onorario del Movimento Artistico Fare P’Arte, l’artista Antonio Farina, per celebrare la data di Fondazione della Città di Latina (nella foto con il sindaco Di Giorgi al momento del taglio del nastro).

“La manifestazione  – spiegano i promotori – vuole offrire una nuova opportunità per valorizzare e promuovere l’arte e la cultura contemporanea in tutte le sue espressioni proprio a Latina – città del Novecento – che nella contemporaneità ha un suo tratto distintivo fin dalla sua progettazione: dall’urbanistica al tessuto urbano, dall’architettura residenziale ai suoi monumenti storici. Fin dalla sua prima edizione – quella del 2010 – la BIENNALE è stata concepita come un luogo comune, aperto e partecipato dove l’arte penetra nella collettività integrandosi ed elimina ogni differenza”.

La Biennale è aperta ad ogni forma di espressione artistica:  dalla Pittura alla Scultura, dalla Fotografia alla Musica, dal Teatro alla Danza alla Scrittura, alla Ceramica ed Vetro artistico, dal Mosaico alla Grafica fino al Design, coinvolgendo diversamente abili, persone provenienti da diverse etnie, giovani, minorenni a rischio non inseriti nel mondo del lavoro, anziani, per favorirne l’integrazione.

 

 

Gli artisti

 

80 artisti del panorama locale, nazionale ed internazionale, invitati a partecipare con le loro opere, che verranno esposte (32 per ogni artista in dimensioni cm. 15×15 ciascuna), in un’unica installazione collettiva allestita a terra. A lavoro finito, ne risulterà una composizione di 2560 opere

originali che, come un “tappeto contemporaneo” potrà essere visitato, percorso, letteralmente attraversato fisicamente dai visitatori. Nelle intenzioni dell’organizzazione, la gigantesca installazione deve essere concepita come un grande tappeto idealmente volante in grado di trasportare la città di Latina in una nuova dimensione artistica, all’insegna della solidarietà, dell’integrazione, del rispetto delle diversità e delle differenze, valori imprescindibili per una società

contemporanea. Alcune delle opere d’arte esposte nel corso della manifestazione saranno oggetto di uno scambio solidale tra gli artisti partecipanti, molte altre saranno a disposizione del pubblico a fronte di un piccolo contributo.

 

 

Sergio Ban

 

30.000 speciali cartoline dedicate a Sergio Ban, distribuite per tutto il territorio pontino, saranno l’ulteriore omaggio all’artista di Latina scomparso nel 2010 e per il quale l’Associazione SOLIDARTE ha intitolato il premio della Biennale.

 

 

Il tema della II edizione: LT2012 COMUNICAZIONI URBANE

 

Il tema scelto per questa esposizione – vuole proporre una visione interessante, complessa e condivisa allo stesso tempo, del concetto di comunicazione urbana intesa in tutte le sue modalità di manifestazione: di linguaggio e di espressione. Scrive il curatore Silvia Sfrecola Romani “Esiste un linguaggio urbano? Della città? E dei suoi abitanti? Urbano vuol dire attinente alla urbs ovvero alla città ma significa anche (e soprattutto) civile, cortese, educato. In un momento come quello attuale, che la sigla LT2012 contestualizza e sintetizza in un hic et nunc che non lascia dubbi (LT sta per Latina e 2012 è l’anno che verrà), le forme, le configurazioni, le possibilità del linguaggio e dei linguaggi è quaestio capitale, soprattutto in città, dove vive ed ancora aspira a vivere la maggior parte della popolazione. Quali e quante sono le modalità di comunicazione “urbane” ovvero della e nella città? E’ancora possibile far coincidere il significato di urbano con quello di civile ed educato? Esiste una evoluzione? Quindi una comunicazione urbana “antica” ed una comunicazione urbana “contemporanea”? E come la mettiamo con Latina, città dalla storia decisamente sui generis che, come pochissime altre realtà italiane, non può vantare una chiesa romanica, né un centro storico medievale, una piazza rinascimentale, un altare barocco, una fontana neoclassica o un palazzo nobiliare ottocentesco? Come ed in che modo comunica o potrebbe/dovrebbe comunicare una città nata solo poco meno di 80 anni fa? Come si configura, in questo caso, la modalità del comunicare “urbano”? Sintetico, urlato, imponente, grandioso, accattivante, provocante, provocatorio, simbolico, iconografico, visionario, utopistico, politically correct, cartellonistico, allusivo, abusivo, autorizzato, graffito, griffato, proiettato, stampato, sprayato … ma, su tutto e prima di tutto, contemporaneo: a Latina non potrebbe essere altrimenti.”

 

 

 

I premi

 

Le opere d’arte esposte nel corso della manifestazione saranno oggetto di uno scambio solidale tra gli artisti partecipanti e selezionate da una commissione di critici, storici dell’arte e galleristi, che assegneranno alle migliori realizzazioni il Premio Sergio Ban, il Premio Solidarte per la solidarietà, il premio Fare P’Arte per l’integrazione, il Premio Comel riservato ad una donna artista. La premiazione avverrà alla presenza del pubblico, giuria, organizzatori e artisti il 18 dicembre 2012. In tale occasione verranno assegnati ulteriori targhe e riconoscimenti dalle associazioni coinvolte.

 

 

 

PROIEZIONI/PERFORMANCE INERENTI ALLA BIENNALE

 

◦ Proiezione giornaliera dello spot di SOLIDARTE

◦ Lettura dei DAD Diversamente Artisti Diaphorà sul tema “LATINA POSSIBILE”

◦ Tesi di Marco Cappelletti LATINA CITTA’ MUSEO

◦ “PARLIAMO DI LATINA” con l’arch. Massimo Rosolini

◦ Lettura delle poesie di Nunzio Granato con ELISABETTA FEMIANO

◦ Lettura dei racconti di Maria Corsetti con ALESSIA TOMASINI

◦ “ORA TI VEDO” proiezione corto di Michele Catalano (vincitore al Festival Pontino del Cortometraggio 2011)

◦ Intervento di LUCA OTTOCENTO – Latina e il cinema

◦ video dell’installazione monumentale di Giuliana Bocconcello dedicata ai coloni veneti

◦ Proiezione video “SERGIO UOMO ED AMICO”a cura degli “Amici di Sergio Ban”

◦ Canzoni d’epoca con chitarra a cura di MARTINA DRIGO

◦ “PAGINE DI STORIA” video dell’istallazione di Francesco Martelli dedicata ai martiri di Fiesole

◦ Proiezione video “omaggio a Sergio Ban” a cura di TONINO MIRABELLA

◦ Consegna targa/opera di ETTORE BALDUZZI al regista premiato al Festival Pontino del Cortometraggio 2012 (miglior fotografia).

◦ Performance dell’associazione MOVIMENTO E DANZA di Raffaella Di Vincenzo

◦ 18 dicembre intervento di SILVIA SFRECOLA ROMANI e premiazione

 

 

Per ulteriori informazioni: www.baclatina.it; www.80×80.it; www.latinasolidarte.it; www.facebook.com/solidarte; http://twittercounter.com/fareparte

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto