TRAGEDIA A MAENZA
Affidato l’incarico per l’autopsia

Maenza

LATINA – E’ stato affidato oggi l’incarico al medico legale Cristina Setacci di eseguire l”autopsia sul cadavere di Pietro Rossi, l’imprenditore di 49 anni di Priverno, morto per un tragico errore durante una battuta di caccia al cinghiale a Maenza. il consulente infatti dopo l’esame dovrò rispondere ad una serie di quesiti per fare piena luce sulla tragedia. Intanto il sostituto procuratore Giuseppe Bontempo ha aperto un fascicolo con l’accusa di omicidio colposo e ha iscritto sul registro degli indagati il nome del giovane di 30 anni, un carpentiere di Sonnino, un amico della vittima, che per errore ha ucciso Rossi sparando un colpo di fucile al petto. L’indagato visibilmente sotto choc è stato ascoltato per oltre quattro ore dai carabinieri e ha ricostruito la dinamica dei fatti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto