CONCERTO DI CAPODANNO AL D’ANNUNZIO
Il 1 gennaio Orchestra Roma Classica
Dirige Franco Petracchi

Shares

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LATINA – Il Capodanno è in musica a Latina, come è ormai tradizione. Al teatro D’Annunzio, alle 19, le note del Nabucco di Giuseppe Verdi apriranno il concerto organizzato dal Campus Internazionale di Musica e finanziato dalla Federlazio con l’iniziativa “La musica si fa impresa”, che ha consentito di tenere in vita l’appuntamento anche in tempi di spending review.  Fondamentale per la sopravvivenza anche il gesto degli orchestrali che si sono ridotti l’ingaggio.

Saranno le musiche di Strauss, Rossini, von Suppé, Mendelssohn, Giménez e Cajkovskij eseguite dall’Orchestra Roma Classica diretta dal maestro Franco Petracchi ad allietare il primo giorno del 2013 a Latina.

“Il premio Presidente della repubblica che la nostra Fondazione ha ricevuto lo scorso 21 maggio al Quirinale ci ha dato nuovo slancio nell’ottica di tutte le attività che svolgiamo e organizziamo, da anni, sul territorio. Il Concerto di Capodanno, così come era nostra intenzione fin dalle prime edizioni, è diventato un momento di aggregazione e collaborazione per tutta la cittadinanza che ogni primo dell’anno torna a festeggiare con noi il Capodanno e di questo ne siamo orgogliosi. Il nostro concerto è diventato un momento di conoscenza e di reciproca collaborazione. Il momento è critico e anche io voglio ringraziare tutti i maestri musicisti dell’Orchestra Roma Classica che hanno deciso di ridursi l’ingaggio perché hanno capito il periodo difficile, ma altrettanto voglio ringraziare gli imprenditori Federlazio perché è grazie al loro impegno che noi possiamo continuare a regalare della buona musica ai nostri concittadini. Essere qui nonostante questa profonda crisi dimostra essenzialmente il grande spirito di collaborazione che si è creato con la nascita del Concerto, 26 anni fa, e continua ancora oggi.

“Gli sponsor sono sempre di più e di questo vorrei ringraziare i miei colleghi che ogni anno decidono di sponsorizzare questo grande evento di cui la Federlazio è orgogliosa – ha detto il past president di Federlazio, Renzo Calzati da anni mentore del Concerto di capodanno – . Il primo dell’anno è un giorno in cui vogliamo essere felici e con le note dell’Orchestra Roma Classica e con il Maestro Franco Petracchi trascorreremo come sempre una bella serata”.

PROGRAMMA TRADIZIONALE –  “Quest’anno, rispetto agli anni passati, abbiamo deciso di tornare un po’ al passato con un programma tradizionale –  spiega il maestro Franco Petracchi  – Con le prime note (e saremo i primi a farlo) del Nabucco renderemo omaggio al grande Verdi proprio all’inizio dell’anno verdiano che verrà festeggiato in tutto il mondo. Poi faremo brani più o meno conosciuti di grandi autori e compositori come Rossini, Strauss, Giménez, Cajkovskij, ma sempre nello spirito allegro che contraddistingue il nostro concerto di Capodanno a Latina.

IL PROGRAMMA DEL CONCERTO DI CAPODANNO 2013

ORCHESTRA ROMA CLASSICA

FRANCO PETRACCHI – DIRETTORE

Giuseppe Verdi (1813 – 1901)

dal Nabucco, Sinfonia

 

Johann Strauss (figlio) (1825 – 1899)

Vino, donne e canto walzer op. 333

 

Franz von Suppé (1819 – 1895)

Poeta e contadino. Ouverture

 

Felix Mendelssohn (1809 – 1847)

dalla Sinfonia n. 4 op. 90 “Italiana” Saltarello. Presto

 

Joseph Strauss (1827 – 1870)

Delirien Walzer op. 212

 

Gioachino Rossini (1792 – 1868)

Matilde di Shabran. Ouverture

 

Gerónimo Giménez (1854 – 1923)

La Boda de Luis Alonso

 

Pëtr Il’ic Cajkovskij (1840 – 1893)

da Lo Schiaccianoci, Valzer dei Fiori

 

Biglietti: intero € 25,00; ridotto € 20.00

(la riduzione è valida solo per giovani fino a 25 anni di età)

 

Informazioni e vendita:

presso la sede del Campus in Via Varsavia n. 31 nei seguenti orari:

dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 18

(chiuso dal 22 al 26 dicembre 2012)

 

Info line 0773 605551 – 605550

info@campumusica.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto