PEACE TRAINER
Domenica il convegno a Cisterna

Shares

img_0037

CISTERNA – Si è svolto domenica a Cisterna, nel quartiere di San Valentino, il tradizionale appuntamento con il Convegno della Pace Acr e famiglie della diocesi di Latina. Erano oltre 500 tra bambini e ragazzi dell’Azione cattolica dei ragazzi (dai 6 ai 14 anni), provenienti dalle parrocchie di tutta la diocesi di Latina, da Terracina a Giulianello. I ragazzi erano accompagnati dai loro educatori ma anche da circa 200 genitori, che hanno seguito un percorso parallelo a quello dei figli sui temi della pace e dell’educazione.
“Peace Trainer” era lo slogan della giornata, durante la quale i hanno imparato cosa significa essere “allenatori nella pace” attraverso giochi, laboratori operativi, momenti di riflessione, animazione, condivisione nella preghiera ma anche nella festa.
Durante la mattinata, i ragazzi hanno ricevuto “a sorpresa” la visita del vescovo Giuseppe Petrocchi, che ha dialogato con i ragazzi dai 12 ai 14 anni. A loro il vescovo ha lanciato un messaggio importante: “Bisogna avere il coraggio di fare la pace anche con scelte nette e precise e anticonformiste”. Monsignor Petrocchi ha poi risposto alle domande dei ragazzi, che gli hanno chiesto consigli e suggerimenti su come fare e portare la pace nella loro vita di tutti i giorni: “Con la pace non ci si annoia! Bisogna cercarla prima in sé e poi con gli altri” ha detto a loro il vescovo, raccontando anche ai ragazzi molti aneddoti della sua vita.
Dopo il pranzo, dal parco pubblico di San Valentino si è snodato un lungo e rumoroso corteo per la Marcia della Pace: i ragazzi dell’Acr e i loro genitori hanno animato le strade del popolare quartiere di Cisterna di domenica pomeriggio con canti, balli e striscioni, dando un segnale chiaro di impegno e apertura verso tutte le realtà che in cui vivono. “Con la nostra presenza chiassosa e festosa nella città, anche in un quartiere dove la vita non è sempre facile, abbiamo voluto dire che la pace inizia con l’accoglienza di chi ci è affianco” hanno spiegato Aura Contarino e Daniele Miranda, responsabili dell’Azione cattolica dei ragazzi per la diocesi di Latina.
“Portate nel cuore tutto ciò che di bello avete vissuto in questa giornata: custoditelo per il futuro!” è stato invece il messaggio che Mario Zappone, presidente diocesano di Azione cattolica, ha lanciato ai ragazzi dal palco del convegno. La giornata si è conclusa con la messa nella parrocchia di San Valentino, celebrata dall’assistente ecclesiastico generale dell’Azione cattolica diocesana di Latina, don Enrico Scaccia.

Le immagini dell’evento sono disponibili sul sito www.aclatina.it, da dove possono essere scaricate e pubblicate.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto