SEQUESTRO PER 150 MILIONI
I beni sono dell’imprenditore Perrozzi
Aveva acquistato anche i cantieri Rizzardi

foto conferenza questuraLATINA – La Polizia ha sequestrato 150 milioni di beni a un imprenditore di Cisterna, Fabrizio Perrozzi,  per il quale è stata anche richiesta la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Le indagini sono partite dopo un attentato di cui l’imprenditore è stato vittima due anni fa. Secondo i riscontri effettuati dalla Squadra Mobile le attività di Perrozzi non consntivano di sostenere il suo tenore di vita. La Mobile ha dunque segnalato il 56enne alla Squadra anticrimine per le indagini preliminari. Gli agenti hanno scoperto che l’uomo e i suoi familiari, possedavano 147 immobili tra ville, appartamenti, magazzini e negozi, oltre a numerose quote societarie, diversi conti correnti bancari e auto di lusso. I beni sono dislocati, oltre che nella provincia di Latina, anche a Padova, Arezzo, Porto Cervo e Porto Rotondo. Tra le varie quote societarie spiccano la Italkraft, la Possillipo e la Rizzardi, che aveva acquistato a seguito del concordato preventivo. Il sequestro anticipato di beni è il più rilevante nella provincia di Latina e uno dei più ingenti a livello nazionale. L’operazione è stata eseguita dal personale della Questura di Latina diretta da Alberto Intini che traccia il profilo del 56enne,

ASCOLTA

intini

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto