MONDIALE SUPERMOTO
Quinta prova in notturna al “Sagittario”

SAGITTARIOLATINA – C’è grande attesa per la quinta prova del mondiale Supermoto, in programma sul circuito internazionale Il Sagittario di Latina, dove sabato 13 luglio si assegnerà il Gran Premio di Latina della specialità. Il Campionato Supermoto si sta sempre più rivelando palcoscenico di belle gare, in un contesto di grande competitività per i piloti ma anche a livello tecnico per i team e le case impegnate. Nelle quattro delle sette gare finora disputate, sono state poco meno di 200 le presenze, con un ventaglio partecipativo che ha già rappresentato 18 paesi.

I precedenti GP Città di Capua, d’Europa, della Repubblica Ceca e d’Estonia, hanno mostrato tanti nomi in ognuna delle due categorie del Campionato, la S1 mondiale e la S2 Europea.

Intanto a rivelarsi il più competitivo nella categoria iridata in questa prima parte del campionato, è stato il finlandese del Team SHR, Mauno Hermunen (TM), dimostratosi quest’anno non solo il più regolare ma anche il più preparato a raggiungere la “peak performance” sino a questo momento, conquistando ben otto manche sulle otto disputate nei precedenti quattro round.

In campionato Hermunen ha così potuto assicurarsi un discreto margine sugli inseguitori, capitanati dal francese campione del mondo in carica Thomas Chareyre, l’ufficiale TM che quest’inverno sembrava il maggior candidato all’alloro, terminando però finora sei volte secondo e due volte terzo che è peraltro un andamento di tutto rispetto. Fra i maggiori rivali di Hermunen si è fatto notare anche il pesarese Ivan Lazzarini (Honda), al debutto in campionato con il suo team L30 Racing in sella alla Honda con la quale si trova al terzo posto grazie al costante piazzamento nei top five dei quattro GP, anch’egli in cerca di una vittoria che manca dal 2009.

Buona posizione in campionato per l’altro Chareyre, Adrien (Aprilia-Fast Wheels), ex iridato in ottima progressione dopo il cambio di pneumatici dal GP di Vairano che gli ha permesso di risalire in sole tre prove dal decimo al quarto posto, anche lui come il fratello Thomas a caccia della prima vittoria che manca dalla scorsa stagione.

Altro pilota transalpino per rappresentare la quinta posizione in graduatoria mondiale S1 con un altro grande atleta come Sylvain Bidart (Honda-Luc1 Owatrol), ex campione AMA, di Svizzera e di Francia ma ancora in cerca della prima affermazione in un GP. Sesto posto per il poliziotto bolognese Christian Ravaglia (HM Honda Racing) che in casa cercherà di dare uno scossone alla classifica mentre alle sue spalle è classificato il Ceco Petr Vorlicek (TM-SHR) che ci auspichiamo di ritrovare in gara dopo la brutta caduta nell’ultima prova in Estonia.

L’alfiere del team manager Michael Quoy, Aurelien Grelier (Yamaha), pur con una prova in meno si trova nella top ten a lottare e risalire con grande determinazione la classifica a ogni gara. Nono posto per il lodigiano Andrea Occhini (Suzuki Valenti Bikers Racing Team) che dovrà approfittare della gara casalinga per migliorare ancora la striscia. Decima piazza per lo sloveno Uros Nastran (Honda TDS Transworld), molto regolare nel corso di questa prima parte di stagione ma sicuramente ancora migliorabile.

Più dietro in classifica si trovano anche Giovanni Bussei Canone (TM-SBD Unionbike Racing), Fabrizio Bartolini (HM Honda Racing), Massimo Beltrami (Honda-Lux Performance).

Nella categoria continentale, la S2, è l’olandese Devon Vermeulen (Ktm-MTR) ad aver preso il sopravvento in campionato dopo la seconda prova di Vairano, senza mai, tuttavia, poter fare affidamento su un vantaggio consistente sui più diretti inseguitori, che non sempre è riuscito a contenere. All’inseguimento del leader si è inserito il britannico del team SHR, Malachi Mitchell-Thomas (TM), vincitore della terza prova di quest’anno.

Come nella classe regina anche nell’Europeo il terzo posto è di un pilota italiano, il piacentino Edgardo Borella (Yamaha-Extream Team by Vibram) che proprio in occasione dell’ultima prova estone ha ottenuto due belle piazze d’onore che lo vedono adesso tra i principali avversari del leader Vermeulen nel prossimo GP. L’ordine in graduatoria continua con il finlandese Asseri Kingelin (Honda-TDS), il finlandese Sami Salstola (TM-SHR) vincitore della seconda manche a Kurressaare.

Altri protagonisti in questa categoria sono il marchigiano Diego Monticelli (Honda-Team Freccia), sesto in campionato, seguito dal francese Frederic Guerin (Suzuki-Lux Performance), il finlandese Toni Klem (Ktm-MTR), lo svedese Fredrik Eriksson (Honda-Biffens) e il Ceco Milan Sitnianski (TM-Tuning Motor Sport) per i migliori dieci in campionato. Per gli altri azzurri da segnalare l’undicesima posizione del fiorentino Lorenzo Lapini (Honda-L30 Racing) e di Vladimiro Leone (SRS Racing).

Nel programma del GP di Latina è inserito anche un Trofeo Sagittario Supermoto, riservato a tutti i piloti che nel corso della stagione hanno disputato il Trofeo Centro Sud. Nell’occasione verranno premiati i primi tre classificati del Trofeo Centro Sud: Alberto Clair (Honda-Celestino Girola) vincitore del trofeo 2013, Michele Vari (TM-Colleferro) e Gabriele Muzi (Honda) giunti rispettivamente secondo e terzo, che a suggello di questo risultato riceveranno le medaglie della FMI.

Il Circuito Internazionale Il Sagittario di Latina è ben conosciuto ai piloti del mondiale grazie anche alle sue precedenti quattro edizioni ospitate sinora, ma anche per la bellissima manifestazione che lo scorso dicembre ospitò la prima edizione del SIC Supermoto Day, in memoria di Marco Simoncelli, il pilota della MotoGP prematuramente scomparso a seguito di un tragico incidente in gara nell’ottobre del 2011 a Sepang, in Malesia. In occasione di questo GP sarà presentato, sabato 13 alla presenza di Paolo e Rossella Simoncelli genitori di Marco, la seconda edizione che sarà ospitata nuovamente da questo circuito i prossimi 30 novembre e 1 dicembre.

Ma la vera peculiarità di questa prova, dopo qualche anno che non si ripeteva, sarà lo svolgimento interamente nella giornata di sabato, con le finali che si disputeranno in notturna. Questo il time table delle fasi più importanti della giornata: ore 14,00 S1GP Free Practice; 14,40 ES2 Free Practice; 16,10 S1GP Time Practice; 17,00 ES2 Time Practice; 20,15 ES2 Race-1; 21,00 S1GP Race-1; 22,15 ES2 Race-2; 23,15 S1GP Race-2; Premiazione GP di Latina a seguire. La manifestazione sarà realizzata come sempre al Sagittario, con la preziosa collaborazione del Comune di Latina.

PREZZO BIGLIETTI

Biglietto unico sabato € 15,00

Under 12 ingresso omaggio

Sconti tesserati FMI

CLASSIFICHE

S1 Graduatoria di Campionato Mondiale (top ten): 1. Mauno Hermunen (FIN-TM) punti 200; 2. Thomas Chareyre (FRA-TM) 172; 3. Ivan Lazzarini (ITA-Honda) 142; 4. Adrien Chareyre (FRA-Aprilia) 140; 5. Sylvain Bidart (FRA-Honda) 127; 6. Christian Ravaglia (ITA-Honda) 99; 7. Petr Vorlicek (CZE-TM) 91; 8. Aurelien Grelier (FRA-Yamaha) 89; 9. Andrea Occhini (ITA-Suzuki) 87; 10. Uros Nastran (SLO-Honda) 82.

ES2 Graduatoria di Campionato Europeo (top ten): 1. Devon Vermeulen (NED-KTM) 166 punti; 2. Malachi Mitchell-Thomas (GBR-TM) 159; 3. Edgardo Borella (ITA-Yamaha) 148; 4. Asseri Kingelin (FIN-Honda) 147; 5. Sami Salstola (FIN-TM) 143; 6. Diego Monticelli (ITA-Honda) 113; 7. Frederic Guerin (FRA-Suzuki) 112; 8. Toni Klem (FIN-KTM) 87; 9. Fredrik Eriksson (SWE-Honda) 84; 10. Milan Sitniaksky (CZE-TM) 74.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto