SCOPERTA LA CENTRALE DEL RAME RUBATO
Associazione per delinquere per gli 8 della banda

Shares

rameLATINA –  E’ stata smantellata dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Velletri, una banda composta da otto persone, specializzata in furti di rame lungo le linee ferroviarie, depositi, fabbriche ed impianti fotovoltaici, operativa nelle provincie di Roma, Latina e Frosinone. Si tratta di cittadini romeni, moldavi ed algerini a cui i Carabinieri hanno notificato un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Velletri con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio ed alla ricettazione.

Le indagini, partite a gennaio dello scorso anno,  hanno consentito, in più riprese, di recuperare oltre 2.000 Kg di rame sottratto da impianti fotovoltaici, deposti, magazzini e con tutta probabilità da impianti ferroviari con rischio per l’incolumità pubblica e disagi nei servizi.

Il rame, attraverso un’ articolata procedura di lavorazione, veniva «pulito» delle guaine in plastica, avvolto e trasportato presso un ricettatore di Roma che provvedeva nell’arco di pochi minuti a sminuzzarlo ed a renderlo non più riconoscibile. Le attività d’indagine dei Carabinieri di Velletri hanno infatti portato anche alla denuncia in stato di libertà di un cittadino italiano di Roma proprietario di una insospettabile officina meccanica in grado di lavorare il prezioso metallo nell’arco di pochi minuti.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto