Da concussione a corruzione, derubricato il reato di Bianchi

Lo ha deciso oggi il Tribunale di Latina

Nicola BianchiLATINA – Il reato è stato derubricato: da concussione in corruzione, è questa la sentenza emessa oggi dal Collegio Penale di Latina nei confronti di Nicola Bianchi, delegato al demanio marittimo di Sabaudia, condannato a un anno e quattro mesi di reclusione, con la sospensione della pena, a fronte dei quattro anni di reclusione chiesti dal pm Raffaella Falcione. Bianchi era stato arrestato il 16 febbraio del 2012 a Sabaudia dalla Squadra Mobile mentre intascava una mazzetta di 5mila euro da Salvatore Di Maio relativa ad una modifica della destinazione urbanistica del cinema Augustus di Sabaudia. Tra 15 giorni si conosceranno le motivazioni della sentenza.
1 Commento

1 Commento

  1. maddalena

    13 Marzo 2014 alle 12:00

    A queste persone devono essere tolte pensioni , beni ed altro. Questo essere corrotto dovrebbe chiudersi in casa e non piu uscire!!! Mi fanno vomitare queste persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto