Verso Brescia Latina. Breda: “Massima concentrazione, guai a sottovalutarli”

Shares
BREDA PRIMO PIANOLATINA- Il Latina è già in viaggio verso Brescia, la comitiva nerazzurra è partita poco prima delle 15 dal Francioni in vista dell’impegno di domani pomeriggio alle 15 al Rigamonti. I nerazzurri di Breda tenteranno di alimentare le ambizioni di vertice e puntano ad un risultato pieno per allungare la striscia positiva.  C’è da sottolineare che quella di domani è una tra le partite più insidiose della stagione, anche se il Brescia è reduce da due sconfitte consecutive, da un cambio di allenatore (Bergodi per Iaconi) e dall’assenza di cinque giocatori. (Paci, Di Cesare, Freddi, Budel e Coletti). I nerazzurri troveranno un ambiente incandescente: i tifosi di casa della Curva Nord non entreranno per protesta contro il presidente Gino Corioni e hanno annunciato in un comunicato che saranno all’esterno dell’impianto per incitare lo stesso la squadra. 
LE DICHIARAZIONI L’allenatore nerazzurro Roberto Breda conosce bene i pericoli della partita di domani. “Sappiamo che il Brescia – ha detto Breda – sta vivendo un momento particolare ma il cambio del tecnico porta un entusiasmo particolare e noi dobbiamo spegnerlo. In queste gare serve l’intensità, sapendo che hai tutto per far bene ma che non è una passeggiata”. Nel Latina sono tutti disponibili tranne Crimi squalificato per un turno, Figliomeni, Baldan, Chiricò e Laribi fermi ai box per infortunio.  Breda conferma il modulo 3-2 con Iacobucci in porta Brosco, Cottafava ed Esposito in difesa mentre a centrocampo le scelte sono diverse; confermato l’impiego di Alhassan e di Ristoski sulle corsie esterne, in mezzo oltre a Morrone, Viviani e Bruno l’allenatore trevigiano potrebbe scegliere Gerbo ma ha anche altre opzioni.  In attacco appare scontato il tandem Jonathas, ex di turno, e Paolucci.
QUI BRESCIA – A Brescia il rapporto tra tifosi e club si è definitivamente rotto, gli ultras in una conferenza stampa di due giorni fa, hanno annunciato che la Curva resterà vuota per protesta, non accadeva dal 1987. La società lombarda intanno occasione della festa della donna ha organizzato una promozione: 1 euro per le donne che andranno in curva e in gradinata e 5 euro per chi andrà in tribuna.
ATTESA – Dal capoluogo pontino partiranno almeno 250 pontini, per una delle trasferte più lontane della stagione. I tifosi hanno organizzato tre bus che partiranno domani all’alba alle 4 da piazzale Prampolini; altri supporters invece raggiungeranno il Rigamonti con altri mezzi per non far mancare il sostegno alla squadra nerazzurra che sta facendo sognare un’intera città.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto