Tagli alle camere di commercio, si penalizza il territorio. Interviene Zottola

Il sindaco Di Giorgi a Roma: "Sistema camerale fondamentale"

camera commercio di giorgi roma

LATINA – L’ipotesi di tagli ed accorpamenti delle camere di commercio rappresenta un fattore altamente penalizzante per il territorio, nell’ottica soprattutto di una pianificazione strategica dello sviluppo. È la sintesi dell’intervento del sindaco Giovanni di Giorgi, che è intervenuto poco fa a Roma nella sede della Camera di Commercio alla presenza di esponenti istituzionali e delle associazioni di categoria dell’intera regione.

Il sistema camerale è un partner fondamentale per l’ente locale, per un lavoro di sinergia in grado di far fronte anche ai cospicui tagli imposti dal Governo centrale ai Comuni. Latina in particolare ha avviato con la Camera di commercio un proficuo lavoro che ha tra i suoi risultati più importanti il Piano strategico per lo sviluppo firmato con i Comuni pontini per la pianificazione delle azioni sui fondi europei 2014-2020.

“Il sistema delle Camere di Commercio del Lazio” ha sottolineato il presidente di Unioncamere Lazio Vincenzo Zottola “ha deciso di lanciare la sfida dell’autoriforma per scongiurare i danni che provocherebbero provvedimenti calati dall’alto. Il taglio del 50% del diritto annuo versato dalle imprese avrà un peso notevole sulla situazione economica e culturale dei territori. La gradualità di applicazione prevista nell’autoriforma e la riduzione delle Camere di Commercio regionali da 5 a 2 hanno l’obiettivo di mantenere vivo il ruolo del sistema camerale a supporto delle imprese e delle attività socio-culturali”.

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto