Quando il Sale entra in cucina con lo chef-poliziotto

Via ai corsi dell'Associazione fondata da Tommaso Malandruccolo

saleLATINA – Polpette, paste romane, galateo della tavola, cucina antietà, romagnola e del Medioevo e un menù-bufala: il pranzo è servito. L’associazione culturale SALE fondata dallo chef-poliziotto Tommaso Malandruccolo, dà il via ai suoi corsi e presenta il calendario della prima stagione ottobre/dicembre 2014. Con un corso speciale per non udenti.

SALE (che sta per Scuola Amatoriale e Laboratorio Enogastronomico) è un’associazione culturale che ha la sua sede in via della Striscia a Pontinia, presso la Corte Degli Ulivi: “Un acronimo – spiega Malandruccolo  che con Antonello Cafagna ha inventato la scuola – ma anche una metafora di vita, poiché il cibo non significa solo necessità, ma da sempre è sinonimo di creatività, espressione, poesia e seduzione.  Lo stile didattico che identificherà Sale e tutti i suoi docenti sarà  quello di rendere tecniche anche le lezioni di carattere amatoriale”. E poi c’è l’aspetto della comunicazione che i due fondatori considerano fondamentale: “I docenti, tutti altamente qualificati, sono stati selezionati, oltre che per il loro livello professionale, per le loro capacità comunicative e coinvolgenti, per far si che al termine del percorso ci si ritrovi pienamente appagati”.

Ma SALE è anche solidarietà, aiuto ai minori in difficoltà grazie all’accordo stretto con l’associazione di volontariato Pontireti onlus, che si occupa di disagio giovanile. I minori sostenuti da Pontireti, che siano interessati ad apprendere i rudimenti del mestiere o a perfezionarsi, potranno partecipare gratuitamente ai corsi: “Questo perché in tempi difficili sotto il profilo occupazionale, l’arte insegnata dalla scuola Sale resta una delle poche a trovare sfogo nel mondo del lavoro, in Italia e all’estero”, spiega Malandruccolo.

I CORSI –

CORSO CUCINA LIVELLO BASE (6 LEZIONI)
Chef istruttore Tommaso Malandruccolo
Da martedì 11 novembre, h.19.00, 6 incontri settimanali

CORSO CUCINA LIVELLO INTERMEDIO (6 LEZIONI)
(riservato a chi ha frequentato il corso base con lo chef Tommaso Malandruccolo)
Chef Tommaso Malandruccolo
Da sabato 15 novembre, h.9.00, 6 incontri settimanali

CORSO DEGUSTAZIONE VINI (5 LEZIONI)
Sommelier Maria Alfonsi
Da venerdì 24 ottobre, h.20.00, 5 incontri settimanali

CORSO DI CAKE DESIGN (3 LEZIONI)
Istruttrice Floriana Cipriani
21,23,24 ottobre, h.18.00

CORSO DI GALATEO DELLA TAVOLA (3 LEZIONI)
Wedding Planner Vincenza Viganò
Da sabato 29 novembre, h.15.00, 3 incontri settimanali
3 OTTOBRE
VENERDI’
H.19.00
OTTOBRE IN CUCINA
Esaltare il gusto valorizzando i prodotti di stagione
CHEF
NICOLETTA
LANCI

10 OTTOBRE
VENERDI’
H.19.00
LE PASTE ROMANE
Amatriciana, carbonara e dintorni
CON INTERPRETE LIS PER
NON UDENTI
CHEF
TOMMASO MALANDRUCCOLO

17 OTTOBRE
VENERDI’
H.19.00
UNA BUFALA DI MENU’
Un menù completo dedicato agli amanti della mozzarella di bufala
CHEF
NICOLETTA
LANCI

24 OTTOBRE
VENERDI’
H.19.00
POLPETTANDO…
Tra forme e consistenze le tante variabili sulle polpette
CHEF
NICOLETTA
LANCI

24 OTTOBRE
VENERDI’
H.20.00
SERATA CON GLI “SPIRITI”
Approfondimenti sul mondo dei distillati
SOMMELIER
DISTILLATI
ROBERTO TOMEI

31 OTTOBRE
VENERDI’
H.19.00
VIVA LA ROMAGNA!
Un menù tipico della tradizione romagnola
CHEF
SARA GNOLI

7 NOVEMBRE
VENERDI’
H.19.00

LA CUCINA DI TRASTEVERE PER AMERICANI
Corso di cucina romanesca
CON INTERPRETE DI LINGUA INGLESE
CHEF
TOMMASO MALANDRUCCOLO

14 NOVEMBRE
VENERDI’
H.19.00
LA CUCINA ANTI AGING
Nutrizione e benessere con le ricette della tradizione in chiave wellness
CHEF
SARA GNOLI

21 NOVEMBRE
VENERDI’
H.19.00
CREAZIONI D’A… MARE
Menù creativo di pesce
CHEF
NICOLETTA
LANCI

28 NOVEMBRE
VENERDI’
H.19.00
IN VIAGGIO NEL MEDIOEVO
Tre ricette medioevali tra racconti, spezie, sapori e colori dell’epoca, tratte dal ricettario di Maestro Martino
CHEF
SARA GNOLI

5 DICEMBRE
VENERDI’
H.19.00
ASPETTANDO NATALE
I dolci finger
CHEF
NICOLETTA
LANCI
12 DICEMBRE
VENERDI’
H.19.00
IN CUCINA CON ITALO DI COCCO
passato, presente e futuro di chi ha tracciato il solco della ristorazione gourmet pontina.
Una serata fra pentole, fuochi e racconti di vita vissuta.
CHEF
ITALO DI COCCO PATRON DEL RISTORANTE “MADE IN ITALO – IL VELLETRANO”

19 DICEMBRE
VENERDI’
H.19.00
IL CENONE DI CAPODANNO
Menù creativo
CHEF
NICOLETTA
LANCI

OTTOBRE IN CUCINA

Ormai è facile reperire qualsiasi ortaggio e frutta tutto l’anno, preferire i prodotti di stagione però fa bene a noi è all’ambiente.
Ottobre un mese transitorio dal clima mite ci offre materie prime dai profumi e colori intensi, con i quali poter creare piatti saporiti ma anche salutari ed economici.
Ottobre in cucina vi mostrerà come cucinare insieme, in modo semplice ricette salate e dolci valorizzando i doni della natura.

LE PASTE ROMANE
Amatriciana, carbonara e dintorni, secondo la tradizione laziale e alla portata di tutti, difatti il corso apre ai non udenti impiegando un interprete LIS, il linguaggio dei gesti, che consentirà di frequentare il corso senza barriere.
Una lezione-cena per i cultori della mantecatura e della gastronomia autoctona.

UNA BUFALA DI MENÙ
Una Bufala di Menù è dedicato a chi ama la mozzarella di bufala, un prodotto dalle molteplici applicazioni per la sua grande versatilità.
Infatti il suo sapore delicato ci permette di utilizzarla anche in preparazioni dolci.
In questo corso preparerete insieme allo Chef istruttore un menù di tre portate che avranno come regina incontrastata la mozzarella di bufala tipica del nostro territorio.

POLPETTANDO
“Non crediate che io abbia la pretensione d’insegnarvi a far le polpette. Questo è un piatto che tutti lo sanno fare cominciando dal ciuco…”.
Inizia così la presentazione delle polpette del Maestro Pellegrino Artusi nel suo manuale “La Scienza in cucina e L’arte di Mangiar bene” (1891).
Utilizzate un tempo come piatto di recupero, sfiziose e saporite si prestano a varie preparazioni ed evocano ricordi infantili.
Polpettando vi farà scoprire le tante variabili sulle polpette, con i loro ingredienti, consistenze e cotture, partendo dalle ricette della tradizione ed arrivando ai
più sfiziosi ed attuali finger.

VIVA LA ROMAGNA!
Tutta la passionalità e la gioia di vivere del popolo romagnolo si esprime attraverso la sua cucina, che è ricca, saporosa, intensa. Un viaggio nella terra grassa e feconda dei mangiari contadini romagnoli, tra un bicchiere di sangiovese ed un giro di valzer, per imparare a fare e gustare tre grandi piatti della tradizione apprezzati anche dai gourmet moderni.
Armiamoci di spianadora ( spianatoia in legno) e sciadur ( matterello) e partiamo!
La Pida, il più classico e amato cibo romagnolo, abbinato ad ripieno povero ma gustosissimo, i radec se svampom.
Strozzapreti col ragù di salsiccia e rigaglie di pollo, sfumato al sangiovese.
Uno dei piatti più tipici della Romagna collinare, un primo di pasta fresca amatissimo in tutte le famiglie.
E pol a la cazadora ( pollo alla cacciatora) un umido vigoroso e saporitissimo, dalla preparazione veloce da farsi col primo polletto dell’aia!

LA CUCINA ANTIAGING
La scienza della nutrizione culinaria per dimagrire, stare in forma e vivere a lungo mangiando bene e con piacere.
Tre ricette della tradizione rielaborate per raggiungere un massi di 850 calorie totali, per un menu buono, ricco di antiossidanti e che fa bene alla salute e all’umore!
Antipasto: involtini con verza e speck, vellutata di broccoli, crema inglese salata alla vaniglia.
Primo: carbonara Evolution , con pasta integrale, legumi pepe e curcuma
Secondo: saltimbocca alla Romana, zucchine sabbiate, timo.

LA CUCINA DEL MEDIOEVO…
di maestro Martino, cuoco del patriarca di Aquileia a Roma.
Anno domini 1312….
La cucina e’ un viaggio che si fa senza valigia, nel tempo e nei luoghi.
Ci racconta una storia, che è spesso la storia di chi siamo, attraverso colori, sapori, odori, tecniche e cotture. Un viaggio meraviglioso ed infinito nell’essere umano.
Tre piatti della tavola nobile medievale, raccontati attraverso le ricette e le mani di uno dei più grandi cuochi nel suo tempo.
Porrata al latte di mandorle, civeri di cinghiale con tredura, pere al vino di Samo, salsa di more, crema in gelo.

Per saperne di più si può consultare il sito www.scuolacucinasale.it o scrivere a info@scuolacucinasale.it.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto