calcio

Latina – Livorno 3-2. Festa al Francioni

I tre gol: autorete di Emerson, raddoppio di Valiani e rigore di Olivera

francioni2LATINA – Grande festa al Francioni per l’incredibile vittoria del Latina sul Livorno, terza forza del campionato. I nerazzurri dopo essere andati in svantaggio dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, hanno prima pareggiato grazie ad una autorete di Emerson e poi raddoppiato nel secondo tempo grazie a un gol di Valiani. Al 75esimo arriva il pareggio del Livorno, ma il Latina è entrato in campo con uno spirito nuovo e non lascia spazio alla squadra ospite, grazie a un rigore concesso per un fallo sul’ultimo uomo, il nuovo arrivato Olivera segna il terzo gol. La squadra di Marc Iuliano ha conquistato la prima vittoria dallo scorso 13 dicembre.

francioni3CONTESTAZIONE – La curva Nord, dopo una colorita lettera alla squadra è oggi entrata allo stadio con 20 minuti di ritardo. Dal campo impossibile non vedere la scritta: “Meritiamo rispetto”, che è anche il senso della lettera diffusa ieri in cui spiegavano: “Se affondiamo noi, voi affondate con noi”.

TABELLINO

Latina: Di Gennaro, Ristovski, Bruscagin, Dellafiore, Alhassan, Crimi, Viviani (21′ st Olivera), Valiani, Oduamadi, Paolucci (45′ st Talamo), Bidaoui. A disp.: Farelli, Sbaffo, Shekiladze, Pettinari, Maciucca, Jaadi, Figliomeni. All.: Iuliano

Livorno: Mazzoni, Gonnelli, Emerson, Bernardini, Moscati (1′ st Gemiti), Appelt, Ddjokovic, Lambrughi, Cutolo (38′ st Jefferson), Galabinov (17′ st Vantaggiato), Jelenic. A disp.: Cipriani, Bastianoni, Ceccherini, Rafati, Maicon, Biagianti. All.: Gelain

Arbitro: Aureliano di Bologna. Assistenti: Tolfo di Pordenone e Soricaro di Barletta. Quarto uomo: Colarossi di Roma2

Marcatori: 13′ Cutolo, 24′ Emerson (autogol), 11′ st Valiani, 32′ st Cutolo (rig.), 37′ st Olivera (rig.)

Note – Espulsi: al 37′ st Gonneli per doppia ammonizione. Al 40′ st Emerson per gioco violento. Al 47′ st Bidaoui per doppia ammonizione. Ammoniti: Ristovski, Djokovic, Viviani, Valiani, Bidaoui, Gonnelli

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto