Il piano

Truffe agli anziani, task force per la sicurezza

Dalla Prefettura undici consigli utili per come difendersi e vivere meglio

 

faloni incontro truffe anzianiLATINA –  Una task force per tutelare i più anziani, vittime delle truffe. E’ il piano presentato questa mattina in Prefettura a Latina dal Prefetto Pierluigi Faloni.

Ecco nel dettaglio i consigli: 1) Non aprire mai la porta di casa a persone che non conosci, anche se indossano divise o tute da lavoro e mostrano tesserini o distintivi. 2) Non tenere a casa somme di denaro oltre allo stretto indispensabile e non mostrare a nessuno soldi o preziosi. 3) Non ritirare pacchi che non hai ordinato, fatti lasciare un avviso scritto per provvedere poi al ritiro 4) Se ti propongono un affare anche telefonicamente, prima di accertare parlane con una persona di tua fiducia, non firmare nulla che non ti sia chiaro. 5) Diffida di chi chiede offerte per parrocchie o associazioni a scopo benefico: se hai dei dubbi consultati subito con un familiare o chiama le forze di polizia 6) non far entrare in casa persone che propongono abbonamenti a giornali o riviste o l’iscrizione in associazioni, se hai dubbi contatta le forze di polizia. 7) Ricorda che nessun ufficio pubblico o società (Enel, Eni, Telecom, Asl, Poste ) invia i propri incaricati per la verifica di banconote, impianti bollette, libretti bancari o per riscuotere o rimborsare somme di denaro. 8) Se devi lasciare la casa incustodita avverti i parenti o una persona di fiducia 9) Munisci la porta di casa di uno spioncino e di una catenella di sicurezza 10) All’uscita della banca o dall’Ufficio Postale non distrarti, non fermarti con sconosciuti, cammina sul lato più sicuro del marciapiede. 11) se qualcuno che non conosci ti chiede un’informazione con insistenza o cerca di conquistare la tua fiducia o ti chiede di cambiargli dei soldi, tira dritto per la tua strada. Se insiste chiedi aiuto entrando in un negozio, in un ufficio e chiama le forze di polizia. Al piano hanno aderito polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale e le associazioni di categoria.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto