la seduta

“La discarica di Montello esaurita e oltre il limite autorizzato”: la relazione del procuratore De Gasperis e del sostituto Spinelli in Commissione Parlamentare Rifiuti

L'organismo d'inchiesta sta approfondendo il caso Lazio. Focus sulla discarica di Latina

Andrea De Gasperis Procuratore LatinaLATINA – “La discarica di Borgo Montello a Latina supera di quattro metri e mezzo d’altezza, il “profilo” autorizzato e contiene 120 mila metri cubi di rifiuti in più”. Lo ha detto il sostituto procuratore di Latina Luigia Spinelli nel corso dell’audizione davanti alla Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti alla quale lei stessa era stata assegnata in passato. La dottoressa Spinelli ha coordinato le indagini svolte dalla squadra mobile e chiesto il sequestro dell’invaso della Indeco.

Anche sotto il profilo dei benefit dovuti dal gestore della discarica al Comune (e quindi ai cittadini) come indennizzo, la Procura ha rilevato irregolarità: è infatti il gestore  – ha spiegato Spinelli – a comunicare la quantità di rifiuti e a fare i conteggi di quanto dovuto all’ente, mentre non esiste un controllo; inoltre, il danaro incassato dall’amministrazione locale di Latina  – si è verificato – è inferiore a quello dovuto (e conteggiato dallo stesso gestore). L’inchiesta è chiaro non è conclusa e ora gli atti sono acquisiti dalla Commissione Parlamentare che sta approfondendo il caso Lazio.

Davanti all’organismo bicamerale mercoledì 30 marzo ha parlato per primo il procuratore capo di Latina Andrea De Gasperis che ha spiegato l’iter delle indagini. Sul caso Montello era già stato ascoltato, in una precedente seduta, il presidente del Comitato contro la discarica, Giorgo Libralato.

ASCOLTA DE GASPERIS

ASCOLTA LUIGIA SPINELLI

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto