amministrative 2016

Enrico Forte incontra i residenti del quartiere Isonzo

Il candidato del Pd nel "Viaggio di Latina"

foto isonzoLATINA – “Riparte un cammino che, di fatto, non si è mai fermato. Stavolta è il ‘Viaggio di Latina’, perché tutti dobbiamo essere impegnati e credere che la svolta sia possibile. Ho incontrato il quartiere Isonzo, uno dei più popolosi di Latina. Un’area divenuta oggetto di attenzione di un’edilizia senza scrupoli e non valorizzato con servizi adeguati. Una vera città nella città. I problemi della gente, dei commercianti, degli anziani e delle famiglie sono molti: emerge la totale incuria delle aree verdi, alcune delle quali gestite da privati ( modalità da rivedere sicuramente). Anche per il parco San Marco occorre sbloccare al più presto l’iter per affidare l’area in gestione in maniera da renderla fruibile sempre. Il quartiere vive in stretto rapporto con le scuole: questa è una ricchezza peculiare della zona e offre una molteplicità di spazi che, anche oltre il periodo scolastico, potrebbero essere utilizzati dalla comunità. Servirebbe ampliare l’ufficio postale, dotare il quartiere di impiantistica sportiva. Questo, anzi, è uno dei tasti dolenti: lo storico campetto di calcio dell’R6 oggi è oggi un’area edificabile, bloccata a seguito della sospensione dei piani particolareggiati. Una vicenda che grida giustizia e che mi vedrà impegnato, se verrò eletto, a ridare al quartiere un’anima degna di quello che dovrà essere uno dei biglietti da visita per l’ingresso alla città. Altra grande risorsa della zona – non sfruttata – è l’area del mercato del martedì: durante tutta la settimana è un deserto cui si aggiunge il degrado di alcuni immobili abbandonati ( il vecchio bar di Via Rossetti ad esempio). Questi spazi vanno recuperati e dati collettività, rigenerati senza bisogno di consumare altro suolo». Lo dichiara Enrico Forte, candidato sindaco di Latina. Nei prossimi giorni proseguiranno le tappe presso quartieri e borghi della città.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto